BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Se nemmeno l'uscita dall'euro basta a salvare l'Italia

Pubblicazione:domenica 2 dicembre 2012

Infophoto Infophoto

Da quanto detto appare evidente che non basta per il bene comune che vi sia uno Stato col potere di gestire una quantità di moneta infinita da spendere a piacere. Occorre che lo Stato sia promotore attivo del bene comune. Quindi occorre una comunità umana, una società attiva e propositiva costruttrice del bene comune. Pure i sistemi di Moneta complementare, da me tanto spesso citati, devono essere un sostegno efficace a questo tipo di rivoluzione culturale. Una critica che spesso rivolgo ad alcuni amici e conoscenti è quella di trattare la Moneta complementare come se fosse senza valore, ricadendo così ancora una volta nella dottrina nichilista della cultura oggi dominante.

Al contrario, occorre affermare il valore delle comunità locali, senza le quali pure il valore di uno Stato, di una struttura centralizzata, rischia di evaporare, rischia di non avere presa sul territorio. Occorre anche che il valore di una comunità locale trovi una propria rappresentazione attraverso uno strumento monetario, cioè uno strumento che valorizzi l’aspetto commerciale delle relazioni umane. E con la scelta di un proprio strumento monetario, come ripeto spesso, una comunità locale dà valore ai propri valori.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.