BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GIGANOMICS/ Napolitano salta La Scala e per Profumo arriva un guaio dalla Germania

La linea 5. Secondo quanto ha detto Bruno Rota, presidente del’Atm milanese, la ragione dei continui rinvii dell’apertura della linea 5 della metropolitana milanese va cercata nella spending review. Il consulente del governo per i tagli della spesa pubblica, Enrico Bondi, per risparmiare avrebbe abolito la commissione interministeriale (1042) addetta al via libera definitivo a opere di questo tipo. Quindi l’apertura al pubblico della tratta Zara-Bignami è rinviata: se tutto va bene a gennaio, se no a febbraio-marzo. Sarà proprio così? Tutta colpa di Bondi cattivo? L’Atm e le imprese che hanno realizzato la linea non hanno nulla da rimproverarsi? Sarà. Intanto Atm potrebbe fare un’operazione di immagine. La linea 4, quella che dovrebbe arrivare a Linate, pare non si farà per mancanza di fondi. O si farà con molto ritardo. Quindi Milano avrà, da gennaio o da marzo, la linee 1, 2, 3 e 5. Non si potrebbe approfittare del forzato rinvio per cambiare il nome alla linea 5 e chiamarla linea 4, pur mantenendo il color lilla voluto da Letizia Moratti? Così si eviterebbe alla città una figura meschina: immaginate che cosa scriveranno i media stranieri quando si aprirà l’Expo e si scoprirà che a Milano non sappiamo contare neppure sulle dita di una mano.

 

Bocconi. Presentato in pompa magna il progetto del nuovo campus dell’Università Bocconi di Milano, che sorgerà di fronte all’attuale sede, dove per decenni c’è stata la centrale del latte. Si tratta di un intervento complesso con vari edifici per le attività didattiche e per gli studenti, spazi per lo sport, per il tempo libero, aree comuni in modo che tutta la città possa usufruirne. Perfetto. Solo che si è saputo che il tutto darò pronto fra sei anni. Ma è possibile che, avendo già superato la parte burocratica dei permessi, ci si debba mettere tanto tempo per costruire quelli che, in fondo, sono dei normali edifici?

 

Giganomics.it@gmail.com

 

© Riproduzione Riservata.