BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DL SALVA-INFRAZIONI/ Le principali novità della bozza: arriva il congedo parentale "a ore"

Pubblicazione:martedì 4 dicembre 2012

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Tra le norme previste dalla bozza del decreto già ribattezzato “salva-infrazioni”, con cui appunto il governo dovrebbe riuscire a chiudere le 21 procedure di infrazione attualmente aperte dalla Ue nei confronti dell’Italia, è previsto anche il congedo parentale anche “su base oraria”, quindi non più frazionato soltanto per mesi, settimane e giorni. "La contrattazione collettiva di settore – recita l'articolo 17 della bozza del decreto salva-infrazioni - stabilisce le modalità di fruizione del congedo su base oraria, nonché i criteri di calcolo della base oraria e l'equiparazione di un determinato monte ore alla singola giornata lavorativa”. Con questo provvedimento, quindi, entrambi i genitori potranno astenersi dal lavoro, anche contemporaneamente, entro i primi 8 anni di vita del bambino. Il congedo parentale spetta ovviamente al genitore richiedente anche qualora l'altro genitore non ne abbia diritto in quanto non occupato o perché appartenente ad una categoria diversa dai quella dei lavoratori subordinati. Il congedo parentale su base oraria, in teoria, avrebbe un doppio vantaggio, vale a dire quello di avere più tempo per stare con i propri figli ma anche di guadagnare qualcosa di più a fine mese. Infatti entrambi i genitori, per esempio, potrebbero lavorare metà giornata e stare in congedo l'altra metà, e questo ovviamente porterebbe ad avere a disposizione più giorni di congedo e maggiori entrate a fine mese, visto che il congedo parentale viene retribuito al 30% dello stipendio. Quella del congedo parentale su base oraria non è però l’unica novità del dl “salva-infrazioni”, con cui (secondo quanto si legge nella Relazione Illustrativa della bozza del dl che contiene 37 articoli) "si potrebbero chiudere 21 procedure d'infrazione e 10 Casi Eu pilot" e "si darebbe attuazione a 2 decisioni della Commissione europea per le quali i termini dalla stessa dati sono già scaduti, si recepisce una direttiva di imminente scadenza, si recepisce una direttiva già scaduta e si evita l'avvio diretto di due procedure di infrazione". 


  PAG. SUCC. >