BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GIGANOMICS/ Geronzi come Jessica Rabbit, mentre Gamberale ha fame di Sea

Papandreu e Scajola. La madre dell’ex premier greco George Papandreu sarebbe comparsa sulla famosa lista Falciani, l’elenco dei 2.059 cittadini greci che hanno conti segreti presso la filiale di Ginevra della Hsbc. Sul suo sarebbero depositati circa 500 milioni di euro. Lei e il figlio hanno subito smentito la notizia, definendola frutto di una vendetta nei loro confronti da parte di nemici. In effetti, secondo voci giornalistiche, sarebbe stato un ex ministro a conoscenza di molti segreti sui politici greci, a divulgare la notizia, vera o falsa che sia. Tutto questo ha o potrà avere qualche similitudine con quanto ha dichiarato pochi giorni fa, in un incontro di partito, Claudio Scajola quando ha detto ai suoi avversari: “Ero al Viminale: so tutto di voi”?

 

500 euro. C’è chi ripropone con convinzione che la guerra al contante andrebbe condotta con più energia, partendo dall’abolizione della banconote da 500 euro utili soprattutto all’evasione e a oscuri traffici. Può essere giusto, ma per ridurre l’uso dei contanti bisognerebbe convincere gli esercizi commerciali ad accettare bancomat e carte di credito. Entrambi questi mezzi di pagamento sono invece spesso rifiutati, non solo per renitenza allo scontrino, ma anche per evitare le commissioni pretese dalle banche su ogni operazione. Il governo dovrebbe far procedere parallelamente la crociata contro il contante e una serie di accordi con le banche per ridurre le commissioni sulle transazioni elettroniche e togliere così ogni alibi ai commercianti.

 

Napoleone e Bersani. Napoleone pretendeva che i suoi generali fossero fortunati. Pierluigi Bersani lo è: ieri, dopo la trionfale domenica delle primarie, la Borsa ha chiuso in salita e lo spread è sceso sotto quota 300 (anche se poi è risalito). Bersani non ha il minimo merito in nessuno dei due casi. Però, appunto, è stato fortunato: Napoleone lo avrebbe arruolato.

 

giganomics.it@gmail.com

 

© Riproduzione Riservata.