BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ 1. Ecco i nuovi "trabocchetti" del debito greco

Pubblicazione:martedì 14 febbraio 2012

Infophoto Infophoto

Altro aspetto delicato e la valutazione delle offerte. Suggerirei un’asta “alla Vickrey”, dal nome di un economista nato in Canada (per l’esattezza in British Columbia) nel 1914 e morto nell’ottobre 1996 poco dopo avere ricevuto il Nobel per l’Economia, sia per i suoi contributi alla teoria pura della tassazione, sia per il suo apporto alla metodica delle aste. In breve, se chi bandisce la gara ha come obiettivo principale l’efficienza, il teorema analitico e le dimostrazioni empiriche di Vickrey dimostrano che il meccanismo per garantirne il raggiungimento e ottenere, al tempo stesso, la massima trasparenza è quello della second-price sealed auction, in cui tutti le offerte vengono comunicate contemporaneamente in busta sigillata. Vince l’offerente con la massima offerta, in cambio, però, del pagamento del secondo prezzo più alto.

L’efficienza viene garantita, in quanto il bene viene allocato al compratore che ne dà la massima valutazione e, per giunta, i bidders non hanno incentivo a fare i bracconieri dichiarando il falso. Si evitano bracconieri e corsari, in cerca di prede da acquistare (possibilmente a basso costo), spezzettare e rivendere a pezzi e bocconi. I dettagli vengono illustrati tra l’altro nel volume curato da Nicola Dimitri, Gustavo Piga Giancarlo Spagnolo Handbook of Procurement Fostering Participation in Competitive Procurement pubblicato un paio di anni fa dalla Cambridge University Press.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.