BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ 1. Così l'Italia può "fare causa" alla Merkel

Pubblicazione:

Angela Merkel (Infophoto)  Angela Merkel (Infophoto)

La prova di unità non sta in regole astratte e formali, ma nella volontà politica e nei valori fondamentali del progetto europeo. È scritto nei sacri testi: “L’Unione promuove la coesione economica, sociale e territoriale, e la solidarietà tra gli Stati membri”. Se ci fosse una vera Corte Costituzionale, i cittadini greci, italiani, portoghesi, spagnoli, anziché farsi chiamare “porci” farebbero ricorso contro la violazione del principio di solidarietà, senza il quale l’Unione non esiste. Per molto meno, in America, gli stati del sud crearono una confederazione e proclamarono la secessione nel 1860. Nessuno ovviamente minaccia una guerra civile, anche perché l’Europa ne ha consumate persino troppe. Ma non bisogna sottovalutare che nell’Ue di oggi come negli Usa di allora si pone una questione democratica sottostante alla questione economica e finanziaria.

Lo riconosce pienamente Mario Monti nell’articolo firmato insieme a Sylvie Foulard, deputata europea liberal-democratica, pubblicato da Le Monde e da Il Corriere della Sera. Una “disfunzione” che non riguarda solo gli stati membri, perché “la mancanza di una discussione aperta accredita anche l’impressione di un diktat degli Stati più potenti”. Altro che impressione. Bisogna mettere la questione democratica al centro del dibattito europeo accanto alla querelle sui tagli, le tasse, gli spread. Come vent’anni fa, quando si discusse di Maastricht. Allora, tutti sapevano che regolette tipo il deficit al 3% o il debito al 60% del Pil non avevano nessun valore scientifico, erano lampade per orientarsi nel buio di un percorso nuovo. Simili alle lampade dei minatori per riallacciarci alla metafora di Wolf. Quel che contava era la volontà politica di unire l’Europa mentre crollava l’Unione sovietica e la Germania riunificava se stessa con tutte le incognite e i fantasmi che ciò evocava.

Adesso siamo a un altro passaggio storico. E purtroppo la Merkel e Sarkozy non sono Kohl e Mitterrand. Riuscirà Monti a essere l’Andreotti che seppe mediare tra loro? Perché Maastricht porta anche il sigillo di questa Italia un po’ arruffona e un po’ machiavellica, ma della quale la fredda, cartesiana Francia e la Germania Sturm und Drang non possono fa a meno.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
16/02/2012 - germania e francia dell'italia (francesco taddei)

non possono farne a meno perchè ci guadagnano a nostro discapito e noi quando ci comandano ci sguazziamo. la democrazia non porta automaticamente alla scelta economica migliore. poi la corte europea può fungere da mediatore, ma il "metodo comunitario" che toglie sovranità agli stati e la consegna agli euroburocrati è destinato al fallimento. comanda il più forte perchè l'identità non si può reprimere. semmai si potrebbero mettere in campo diverse ricette economiche ma ciò dipende dalla caratura dei politici e noi piigs al momento ne difettiamo.