BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ 2. Bertone: ecco i nuovi pericoli per l’Italia

Pubblicazione:

La sede della Bce (Infophoto)  La sede della Bce (Infophoto)

Insomma, il contagio della crisi avanza: dalla finanza all’economia, da quest’ultima alla politica, passando per la rivisitazione di tutti i luoghi comuni che si sperava fossero stati cancellati da quasi settant’anni di pace. È forse il momento più delicato in cui, per davvero, solo una forte leadership politica può convincere gli europei a guardare il bicchiere mezzo pieno (ovvero i vantaggi di una vera unificazione europea) e a procedere sulla strada del mercato unico, piuttosto che al bicchiere mezzo vuoto, attribuendo all’euro guasti che hanno altra origine: una popolazione che invecchia, un deficit strutturale indotto da un welfare pensato per un’altra struttura economica e politica, la rigidità sociale.

Il paradosso è che l’unico leader che si vede all’orizzonte della scena europea (come ha certificato Time) è il tecnico Mario Monti, che tra un anno traslocherà da palazzo Chigi.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
19/02/2012 - Incapaci e incompetenti (Vittorio Cionini)

Caro Signor Terruzzi, ha ragione quando dice che non é sbagliato l'euro ma chi lo gestisce. Temo però che il problema sia molto più profondo e venga da lontano. Di "politici" che hanno cercato di unificare l'Europa è piena la storia. Mi vengono in mente Carlo Magno, Carlo V, Napoleone, Hitler e tutti i più moderni padri fondatori dell'Unione Europea. Hanno fallito tutti. Tutti incapaci e incompetenti ? Mi sembra una tesi ardita. Credo che noi europei (tutti quanti) coltiviamo nel nostro DNA una profonda avversione al vivere insieme pacificamente e in armonia. Troppe lingue ci dividono, troppe "parrocchie e campanili", troppe guerre, troppo sangue versato, troppe ferite aperte ci impediscono di guardare al futuro dimenticando il passato. Basta una parola di troppo scritta su un giornale per riaccendere la brace che cova sotto la cenere. Riusciamo a scambiarci sorrisi e cortesie solo fino a quando c'é la possibilità di tirare una fregatura all'altro. Scoperto il bluff inizia la zuffa. Forse una speranza l'avranno i nostri nipoti se riusciranno a correggere il DNA e creare uno "stampino" europeo. Hitler aveva provato a creare una razza bionda e pulita ma con mezzi rudimentali che passavano ancora per i letti matrimoniali. Chi sa, forse in futuro un ritocchino al lobo destro e una smussatina al sinistro potrebbero migliorare i risultati. Ho 74 anni e spero di non vederli, anche perchè la cosa gestita dai "tecnici" di Bruxelles non vorrei facesse la fine dei cetrioli. Ad maiora

 
17/02/2012 - non "di spegnere" ma "di gestire" (Fabrizio Terruzzi)

“La realtà - confessa un anonimo alto dirigente dello staff della cancelliera Merkel - è che l’euro è stata una grossa sciocchezza: abbiamo messo in moto una macchina che non siamo capaci di spegnere”. Si sbaglia: non "di spegnere" ma "di gestire". L'Euro quindi sembra stato istituito e governato da persone dimostratesi poi incapaci e incompetenti (come in genere sono i politici, molto pieni di sé ma troppo vuoti di conoscenza ed esperienza per quanto sono destinati a governare). Come già ho ribadito, il più delle volte a preoccupare non è tanto la malattia quanto il dottore.