BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DECRETO SEMPLIFICAZIONI/ Sì all'Ici per la Chiesa, no al fondo per le famiglie: le novità dal Cdm

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Oltre al decreto sulla semplificazione fiscale, il Consiglio dei ministri ha anche approvato altre misure su:

Mercato del lavoro - Un decreto legislativo dà attuazione a un direttiva comunitaria sulle agenzie di somministrazione di lavoro. In particolare, viene ribadito il principio che per tutta la durata della missione i lavoratori dipendenti dell’agenzia hanno diritto a condizioni di base di lavoro e di occupazione che non possono essere complessivamente inferiori a quelle dei dipendenti di pari livello dell’impresa in cui si presta lavoro, a parità di mansioni svolte.

Modifiche allo stato civile - Il Prefetto diventa l’unica autorità decisionale. Ci sono poi disposizioni sul cambio di cognome. Chiunque potrà chiedere di aggiungere il cognome materno a quello paterno. Le donne divorziate o vedove potranno aggiungere il cognome del nuovo marito ai propri figli. Per coloro che hanno ricevuto la cittadinanza italiana sarà possibile mantenere il cognome con il quale erano identificato all’estero.

Contenimento della spesa pubblica - Viene soppressa l’Agenzia del Terzo settore, le cui competenze saranno esercitate dal Ministro del lavoro e delle politiche sociali. In un successivo decreto della Presidenza del Consiglio si definiranno tutti gli aspetti relativi alla successione nei rapporti attivi e passivi dell’Agenzia. Durante la prossima tornata elettorale, prevista per il 6 maggio 2012, per evitare l’apertura degli uffici comunali nei giorni di Pasqua e Pasquetta, è previsto che la presentazione delle liste avvenga in anticipo (dalle ore 8 del 34° giorno alle ore 12 del 33° giorno antecedenti la data di votazione), con risparmi per la finanza pubblica.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.