BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ICI E CHIESA/ Monti: Scuole non commerciali sono esenti dall'Imu

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Il capo del Governo Mario Monti annuncia che le scuole private che non facciano attività commerciale saranno esenti dalla tassa Ici/Imu. Lo ha detto oggi apparendo - a sorpresa - alla Commissione industria del Senato. Nel dettaglio il premier ha voluto precisare proprio la necessità di fare chiarezza sul settore scolastico al centro di forti polemiche dopo l'annuncio da parte dell'esecutivo di far pagare la tassa sugli immobili anche a beni di proprietà della Chiesa cattolica, beni che facciano attività commerciale come appunto scuole o anche ospedali. Molte personalità ed esponenti cattolici anche delle forze che sostengono il governo Monti avevano protestato per questa decisione. Adesso Monti spiega che le scuole che "svolgono attività secondo modalità non commerciali" sono da considerarsi esenti dalla tassa. Per Monti, nelle sue parole di oggi, il tema dell'Imu per la Chiesa, a prescindere del problema scolastico, va calcolato in base alla sua "esatta incidenza e senza pregiudizi ideologici". Proprio ieri era intervenuto anche il ministro Passera che aveva voluto dire come la decisione di applicare la tassa sugli immobili della Chiesa fosse stata presa in modo ragionevole e senza alcuna imposizione di tipo ideologico. Un chiarimento, ha tenuto a dire Mario Monti, questo sulle scuole private "chiaro ed inequivocabile". Ricordiamo che in Commissione Senato dove si è recato stamane il premier è in discussione il decreto sulle liberalizzazioni. Al momento non si registrano ancora reazioni da parte dei partiti politici alle parole di Monti. Sono comunque certamente attese nel corso della giornata. Il problema della tassa sugli immobili relativa alle scuole di iniziative privata come hanno commentato nei giorni scorsi responsabili delle scuole stesse, rischiava di mettere a repentaglio l'esistenza stessa di molte di queste istituzioni. Sempre all'interno della discussione sul decreto per le liberalizzazioni si registra intanto la forte protesta del governatore della Regione Veneto. Per Zaia si tratta della decisione di trasferire le risorse regionali alla tesoreria unica nazionale come prevede il decreto.


  PAG. SUCC. >


COMMENTI
27/02/2012 - ici alle scuole ed asili (domenico conte)

per la legge fiscale italiana scuole ed asili sono attivita' commerciali , come la mettiamo con l'esenzione IMU?