BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ALITALIA/ Le incognite di Sabelli-Colaninno dopo la “vittoria” di Facebook

Roberto Colaninno e Rocco Sabelli (Foto Imagoeconomica) Roberto Colaninno e Rocco Sabelli (Foto Imagoeconomica)

Intanto Alitalia esulta perché la sua pagina Facebook ha superato il mezzo milione di fan. Sicuramente un buon risultato, anche se è sicuramente più importante il numero dei passeggeri effettivi rispetto a quello degli “amanti” di una pagina web. Inoltre, quanto avrà influito nel conteggio di questi ultimi il concorso “I like Alitalia” che permetteva di vincere viaggi andata e ritorno intercontinentali e internazionali per due persone a chi cliccava sul pulsante “mi piace” sulla pagina di Facebook, aumentando le possibilità di vincita di chi riusciva a invitare e a far partecipare allo stesso concorso i suoi amici?

Fossi in Alitalia mi preoccuperei: solo mezzo milione di italiani (anche se certo potrebbero essere di più, considerando coloro che, scaduto il concorso, possono aver tolto il loro “mi piace”) è disposto a vincere un viaggio gratuito con la compagnia di bandiera...

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
08/02/2012 - "Good Bye Alitalia" (stefano rollero)

A Torino in questi giorni si può fare un bel giro al Palazzo Esposizioni, Sala Nervi, Corso Massimo D'Azeglio, 15f, Torino, con l'evento dell'anno la Biennale di Venezia, Padiglione Italia, sono tante le proposte, tante opere, tanti gusti e modi di vedere "l'arte." Ricordo la visita di Vittorio Sgarbi di Venerdì 3 febbraio che accompagna il Presidente della Regione Piemonte Roberto Cota e illutra sommariamente alcune opere. Rivolgendosi a una sala gremita di fans e di un pubblico sostenuto ribadisce che è l'atto conclusivo della sua Biennale tra la laguna e le varie sedi regionali, omaggio alla città capitale dei 150 anni dell'Unità ed aggiunge che, quella del Padiglione Italia di Torino, è una esposizione di centinaia di artisti che in qualche modo rappresenta lo spirito dei tempi ed elude le dinamiche curatoriali e funzionali per il mercato dell'arte e non al gusto estetico ed elogia l'installazione "Good Bye Alitalia" dichiarando che l'avrebbe chiamata urlo di dolore dell'Alitalia. Dal 17 dicembre 2011, al 29 febbraio 2012 . Ingresso libero Orari: Dal martedì alla domenica dalle 14:00 alle 20:00