BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FINANZA/ 2. Italia e Spagna prossimi bersagli dei mercati

Infophoto Infophoto

Il dato dei depositi overnight parla chiaro, così come le scadenze imposte per portare il Core Tier 1 al 9%, come chiesto dall’Eba. Il bazooka di Draghi si è trasformato in un revolver, capace di rallentare il deleveraging in atto, ma non di fermarlo, il tutto a costo di grosse distorsioni nel sistema creditizio e subordinazione strutturale dei creditori privati. I dati di gennaio riguardo i depositi reali di massa M1 forniti dalla Bce, d’altronde, parlano di un collasso spaventoso iin Europa, con la variazione a sei mesi del -12,9% in Grecia, -9,2% in Irlanda, -9% in Portogallo e -8% in Italia. E siccome quello della variazione a sei mesi è un indicatore di primaria importanza, sul nostro Paese - nonostante il miracoloso governo tecnico - si stanno addensando nuvole sempre più nere. L’output industriale è sceso del 5% nell’ultimo anno e in piena recessione dovremo affrontare un’ulteriore stretta fiscale del 3,5% del Pil quest’anno. E che il nostro Paese e la Spagna saranno i prossimi bersagli del mercato lo certificano le tre tabelle che pubblichiamo di seguito ed elaborate dalla Banca per i regolamenti internazionali, quindi non un pericoloso pensatoio di sovversivi anti-capitalisti. Ecco, vorremmo proprio che Mussari e i vertici dell’Abi ci dessero delle spiegazioni al riguardo.

Come vedete dal primo grafico, gli istituti di credito italiani e spagnoli hanno dominato per utilizzo delle aste Ltro della Bce, surclassando quelli tedeschi, finlandesi e del Lussemburgo per ammontare.

 

 

In compenso, però, sono le banche di questi ultimi tre paesi a dominare la classifica per il maggiore utilizzo di depositi presso la Bce, i cosiddetti overnight i cui livelli stellari mandano in bestia qualsiasi cittadino medio, mentre Italia e Spagna hanno registrato incrementi marginali.

 

 

Il problema maggiore, però, è dato dal terzo grafico, ovvero quello che descrive la velocità di uscita dei depositi dalle banche dei vari paesi, con i nostri istituti e quelli spagnoli ormai in trend greco.

 

 


COMMENTI
16/03/2012 - chi ci salverà dallo tzunami finanziario? (antonio petrina)

ecco la domanda, caro bottarelli , che con o senza cinismo occorre rispondere! Buon week end ! a petrina

 
15/03/2012 - Carta igienica binaria (Vittorio Cionini)

Signor Terruzzi, Lei è ottimista se pensa che si tratti di carta igienica. Magari fosse così, sarebbe qualcosa di materiale e "palpabile". Purtroppo si tratta di stringhe di bit registrate nelle memorie di sperduti computer. Se va via la corrente ..... Vittorio Cionini

 
15/03/2012 - se la BCE non procederà . . . (Fabrizio Terruzzi)

Se la BCE non procederà ad altre Ltro rischia di doversi tenere il collaterale ovvero 1000 miliardi di carta igienica (ops, di debito sovrano) con cui potrà solo corredare i WC dell'Eurotower. Presa una strada e quando ormai si è in mezzo al guado bisogna per forza di cose stare al gioco, che piaccia o meno (anche ai tedeschi). Pena delle conseguenze apocalittiche.