BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

SPILLO/ Quei derivati "greci" dell’Italia

InfophotoInfophoto

I contribuenti italiani - oltre alle autorità Ue - sono stati tenuti all’oscuro dei rischi reali insiti nel loro debito? Oppure, peggio: qualcuno sapeva (ad esempio, le agenzie di rating o grandi intermediari globali) e ha speculato quest’estate? Inevitabile interrogativo finale: l’austerity che i tecnici stanno somministrando agli italiani con molta enfasi morale, sta in realtà tappando qualche buco lasciato da qualche altro super-tecnico (impreparato, imprudente, troppo amico delle grandi banche)? (Su questa vicenda molti colleghi - non solo di Repubblica - potrebbero aprire un dibattito di più ampia cultura politica e professionale: per il bene della democrazia è meglio battersi a colpi di intercettazioni sui comportamenti privati del premier o a colpi di trasparenza pubblica sui comportamenti pubblici di altri responsabili del Paese?).

© Riproduzione Riservata.