BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MARIO MONTI/ Lo shock del premier. Giornalista danese: Ci state prendendo in giro? (video)

Pubblicazione:venerdì 2 marzo 2012 - Ultimo aggiornamento:venerdì 2 marzo 2012, 19.04

Foto Infophoto Foto Infophoto

Mario Monti sotto shock. Una scenetta divertente, non altrettanto per il capo del governo che probabilmente non è abituato a essere contraddetto. Anche se in questo caso qualche ragione c'è l'ha pure lui, visto che l'episodio di cui è stato protagonista ha anche dei contorni alquanto offensivi. Cosa è successo? Il nostro capo del governo si trovava a Bruxelles. Dopo il Consiglio europeo a cui aveva partecipato, ha preso parte a una conferenza stampa. E' stato qui che è accaduto il fattaccio. Si alza una giornalista della televisione danese e pone una domanda. Non proprio una domanda formulata come si dovrebbe davanti al capo di un governo, probabilmente diciamo che è stata un po' schietta la ragazza. Forse troppo. "Ho una domanda sull'economia. Voi leader europei parlate di ottimismo, di posti di lavoro e di crescita. Ma non è una presa in giro, visto la vita vissuta, la vita reale dei paesi europei di oggi?". Quello che ha scioccato Mario Monti sono state in realtà due parole: "presa in giro". Famoso per un volto che non tradisce mai alcuna emozione, impenetrabile come pochi, freddo e deciso, Monti si è lasciato andare a una espressione mista di  sorpresa, stupore estremo. Insomma: stupefatto è l'espressione giusta. Niente paura: la perdita di self control del nostro premier è durata in tutto qualche centesimo di secondo, abbastanza però perché qualche fotografo velocissimo riuscisse a immortalarla. Insomma, il nostro capo di governo tecnico decisamente non è abituato a sentire un linguaggio della strada, sembrerebbe, qualcosa che esuli dai consueti termini come spread, crisi economica, debito pubblico e riforma economica. Anche mercato del lavoro diciamo. Ma presa in giro, i governi europei che ci guidano no, non se la meritano. Riuscirà la giornalista danese a conservare il posto di lavoro? A meno di una brutta presa in giro dei suoi superiori… E pensare che il nostro capo del governo era anche contento oggi, dopo la riunione del Consiglio europeo aveva infatti dichiarato che finalmente dopo due anni si tornava a parlare di temi diversi dalla crisi finanziaria, e nel particolare del tema della crescita. "È un buon segno parlare di temi diversi dalla crisi finanziaria. Speriamo sia uscita un po' di scena. Speriamo per sempre" aveva infatti detto.


  PAG. SUCC. >

COMMENTI
04/03/2012 - Mario Monti (Mariano Belli)

Monti è un politico molto abile, non c'è che dire : unisce capacità "tecniche" a tattica, strategia e abilità comunicative, un vero leader della grigia burocrazia europeista che tanto somiglia a quella dell'ex Urss. Signori, qui siamo vicini ai vertici del Bilderberg, ai vertici della piramide massonica che governa il mondo. Peccato però che questo distinto signore sia contro i nostri interessi, gli interessi del popolo che lui in quella posizione dovrebbe rappresentare se fossimo ancora uno stato democratico. Democrazia : che parola vecchia e vuota, ma ormai passata di moda! Non ne parla più nessuno. Tocca a noi persone del popolo farla tornare di moda, se ci teniamo ancora ad esistere...

 
03/03/2012 - L'imperatore é nudo (maria schepis)

Ricordate la fiaba di Andersen "I vestiti nuovi dell'imperatore"? Solo un bambino,mentre tutti fingevano di vedere inesistenti splendidi abiti nuovi,gridò:-L'imperatore é nudo!Il coraggio dell'innocenza!La giovane giornalista danese ha riferito l'opinione comune e taciuta,soprattutto da molti che contano:Ci stanno prendendo in giro,l'economia non migliora,lo spread é sempre alto,la disoccupazione alle stelle,i sacrifici li fanno solo i poveri diavoli. Certo l'aplomb inglese del premier è innegabile,così come la sua eleganza e sobrietà ma non é un leader scelto dagli italiani e pensa più all'Europa che all'Italia.Il destino dell'una non può prescindere da quello dall'altra?Il futuro é in Europa?Sarà,anzi me lo auguro per i miei figli e per tutti gli altri giovani,ma io ,sarà colpa dell'età,continuo a pensare che nella mente e nelle azioni di chi decide c'é solo l'alta finanza,poteri forti che delineano le vite degli uomini comuni. Le mie ,probabilmente, sono affermazioni qualunquiste e non pertinenti,sarei felicissima se fosse veramente così e se le novità vecchie varate dalle riforme di Monti e Fornero migliorassero effettivamente la nostre economia e dessero non solo speranza ma anche concretezza alle aspettative di tutti i nostri giovani.