BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ 2. Il ritorno (a sorpresa) della patrimoniale

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

La ratio della decisione dell’Eurostat fu che non c’era stato un vero trasferimento del rischio dallo Stato alla KfW. Infatti, quando nel 2007 la KfW fu chiamata insieme con altri investitori a rilevare una quota di partecipazione del capitale di Eads dal Gruppo Daimler la Commissione Ue non ha avuto obiezioni, in quanto il rischio relativo alla partecipazione acquisita da KfW sarebbe rimasto pienamente in capo alla Cassa tedesca.

La morale che ambienti governativi traggono dalle esperienze francesi e tedesche si compone di tre aspetti. Primo: è possibile effettuare operazioni di abbattimento del debito attraverso una cessione di aziende statali alla Cdp. Secondo: la Cdp è pronta a effettuarle a tre condizioni, come ha detto Bassanini in una recente audizione parlamentare: “Non mettere a rischio il risparmio postale, la nostra classificazione fuori dalla Pubblica amministrazione e tenere conto che deve essere compatibile con l’attuale missione di sostegno all’economia e all’infrastrutturazione del Paese”. Infine, le operazioni si devono effettuare a valore di mercato per non incorrere in un no di Eurostat.

Una seconda opzione per tagliare il debito è quella suggerita da Arrigo Sadun, direttore esecutivo del Fmi, in un’intervista a Il Foglio di sabato scorso: un “sinking fund” che “potrebbe ricevere dei cespiti patrimoniali (mobili o immobili), ma anche flussi finanziari generati - almeno in parte - dalla riduzione del costo del debito pubblico oppure destinandogli una parte dei maggior introiti derivanti dalla maggior crescita”.

C’è anche l’ipotesi di un prestito forzoso, proposta da un manifesto scritto da Guido Salerno Aletta e da Andrea Monorchio rilanciato da MF/Milano Finanza e Italia Oggi. E ovviamente aleggia, anzi si rafforza in molti circoli politico-intellettuali in questi giorni, anche una terza opzione: un’imposta patrimoniale, variamente congegnata, per abbattere il debito pubblico.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.