BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CATASTO/ Ecco come cambiano i nuovi imponibili: si contano i metri quadri

Pubblicazione:mercoledì 28 marzo 2012

Foto Infophoto Foto Infophoto

Rivoluzione del catasto, una delle tante riforme del governo Monti su un argomento che era dibattuto da molti anni, circa un ventennio. La legge delega sul fisco dovrebbe finalmente imboccare la strada che si stava cercando da tempo. Che cosa cambierà? Cambierà come ha detto qualcuno il rapporto che i cittadini hanno con il valore della propria casa. Attualmente le tasse sulle abitazioni di proprietà si pagano in base ai vani catastali in cui si compone l'abitazione stessa: una camera di pochi metri quadri ha lo stesso valore tassabile di un salone di ampie proporzioni. Con il nuovo decreto invece si pagherà l'effettiva grandezza di una stanza: quella di trenta metri quadri costerà molto di più di quella di quindici. Dunque una tassa sull'effettiva grandezza dell'abitazione e non sul numero delle stanze che la compongono. Il motivo principale per tale cambiamento è mettere ordine sulla dichiarazione reale delle proprietà: risulterebbe infatti che in Italia ci siano solo 36mila abitazioni cosiddette di lusso su un totale di circa 33 milioni di abitazioni. Inoltre verrebbe eliminata una palese ingiustizia che è in vigore oggi: una casa può avere una metratura molto ampia ma avere lo stesso numero di vani di una casa decisamente più piccola. Con il nuovo decreto chi ha una casa di metratura più ampia finalmente pagherebbe di più di chi ha una abitazione più piccola ma con lo stesso numero di stanze. In tal modo il valore della casa risulterebbe essere percepito come il valore di mercato dell'immobile stesso: verrà valutato dunque il valore in termini di reddito e di patrimonio. Per far ciò quello che viene definito "un complesso algoritmo". Alla fine della fiera appare chiara una cosa: si pagherà di più di quanto si paga adesso. Verrà ritoccato al rialzo ad esempio l'abitazione situata in un centro storico o in un luogo di turismo. Oggi infatti non si sa l'autentico valore di molte case: un monolocale rilevato per pochi soldi in condizioni fatiscenti, in un centro storico, ma rimesso a posto e trasformato in abitazione di lusso, viene dichiarato sempre abitazione fatiscente e in molti casi anche privo di bagno. Si potrà dunque accertare in cosa constitono davvero le case degli italiani. Attenzione: il governo assicura trattarsi di manovra a saldo zero. I soldi incassati verrano ridati ai cittadini attraverso uno sconto sulle aliquote da versare. 


  PAG. SUCC. >