BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

BENZINA RECORD/ Carburante, la verde si avvicina ai 2 euro al litro

Il prezzo del carburante fa registrare nuovi picchi record: la benzina verde si sta pericolosamente avvicinando ai due euro al litro. La situazione nel dettaglio

Foto InfophotoFoto Infophoto

Nuovo record del prezzo della benzina, che si avvicina pericolosamente ai due euro al litro, un picco mai raggiunto prima. A guidare la cordata al record negativo, secondo quanto fa sapere il sito specializzato quotidianoenergia.it l'aumento di IP che ha fatto registrare i quattro centesimi in più al litro. A seguire Eni che fa registrare un aumento di 0,7 centesimi al litro e lo 0,4 in più sul diesel. Nel totale, fa notare il sito, nel giro di quindici giorni gli aumenti sono stati di 3,8 e 2,4 centesimi al litro. La situazione porta a un quadro prezzi che vede la media nazionale per la benzina verde toccare più di 1,83 al litro, 1,76 per il diesel. Il quadro ovviamente cambia a seconda delle zone dell'Italia: al centro infatti si toccano 1,93 euro al litro per la verde e il diesel vicino a 1,80. Solo Veneto e Lombardia riescono a mantenere la verde al di sotto di 1,8 al litro. Qualche dato. Il prezzo medio praticato della benzina passa dall'1,818 euro/litro di Esso all'1,834 di Ip (no-logo in salita a 1,747). Per il diesel si passa dall'1,754 euro/litro sempre di Esso all'1,759 di Shell (no-logo a 1,651). Il gpl è tra lo 0,822 euro/litro di Shell e lo 0,842 di Ip (no-logo a 0,790). I distributori Esso praticano prezzi che segnalano1,818; IP 1,834 al litro. Il diesel, nei distributori Esso, tocca 1,754 al litro; Shell 1,759 .Il Gpl s bilancia tra lo 0,822 euro/litro di Shell e lo 0,842 di IP (no-logo a 0,790). In questo quadro arriva la nuova denuncia dell'associazione die consumatori Codacons che fa notare che un pieno di benzina costa attualmente 13,65 euro in più rispetto a un anno fa. A marzo del 2011, viene fatto notare, la benzina verde costava 27,3 centesimi in meno di oggi. Codacons fa notare che due pieni di benzina al mese significano una spesa aggiuntiva al mese di 27,3 euro e in un anno una stangata di 327 euro e 60 centesimi. Il governo porta così a casa di sola via senza calcolare le accise, un introito di 31,70 centesimi di euro al litro. Due euro e novanta centesimi in più rispetto allo scorso anno. Codacons conclude la sua denuncia chiedendo se sia per questo che il governo non sta facendo nulla per contrastare gli aumenti del carburante, visto il guadagno miliardario che porta allo Stato il continuo aumento del carburante. Al momento non si registra alcun commento da parte delle'secutivo e delle autorità competenti sulal denuncia del Codacons.