BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCOLO IMU-ICI/ L'esperto: così le aliquote "uccidono" negozi e imprese

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

I negozi a Milano vedono l'Imu aumentare del 210%  I negozi a Milano vedono l'Imu aumentare del 210%

IMU-ICI, GLI EFFETTI DELLE NUOVE ALIQUOTE «Il brusco incremento dell’Imu rispetto all’Ici, che in alcuni casi arriva a triplicare, nasce dalla decisione di utilizzare la cosiddetta Imposta municipale unica per sostenere sia i bilanci dello Stato che quelli dei Comuni. Questo crea un effetto distorsivo, aumentando la tendenza alla chiusura delle imprese e dei piccoli negozi in difficoltà». A osservarlo è Gianni Trovati, giornalista de Il Sole 24 Ore, autore di un approfondimento di tre pagine sulla nuova Imu. Dall’inchiesta emerge che buona parte dei Comuni stanno introducendo un’aliquota del 9,6 per mille, ben oltre il 7,6 per mille fissato come punto di riferimento dal governo Monti.

Trovati, gli incrementi dell’Imu rispetto all’Ici sono dettati dalla necessità, o penalizzano le aziende e i locatari molto più del dovuto?

Gli incrementi sono dettati dalle necessità di bilancio, anche perché una parte dei rincari Imu sono inevitabili per le nuove regole sul calcolo dell’imposta. Ma nello stesso tempo è anche vero che aziende e negozi sono danneggiati eccessivamente. L’Imu in quanto tale è costruita in modo tale da aumentare di molto già in partenza il costo rispetto all’Ici. In più, siccome sono stati tagliati i trasferimenti ai Comuni, i sindaci sono costretti ad aumentare le aliquote e il risultato è una mazzata molto pesante, soprattutto perché arriva in un momento di crisi economica. Poniamo il caso di un piccolo negozio di periferia, già in difficoltà perché i consumi crollano. In molti chiudono perché c’è la crisi, e il rincaro Imu è quindi peggiorativo rispetto a una situazione di per sé compromessa.

Quindi l’Imu porta le imprese a chiudere?

Aumenta la tendenza già in atto alla chiusura, o quantomeno alle difficoltà, sia dei piccoli esercizi commerciali sia delle piccole imprese. Entrambe hanno infatti notevoli difficoltà di accesso alle banche, che non fanno loro credito. A queste si aggiungono la crisi di liquidità, perché chi lavora con Comuni e Pubblica amministrazione non è mai pagato. In una condizione di questo genere, una tassazione così consistente produce effetti non trascurabili. Basti pensare che un’impresa che magari ha un semplice capannone, e non sto parlando della Fiat, viene a pagare decine di migliaia di euro l’anno in tasse.

Perché in alcune città come Milano i rincari Imu arrivano al 210%, mentre a Genova sono al 98%?


  PAG. SUCC. >


COMMENTI
09/03/2012 - Tasse: cosa buona e giusta. (claudia mazzola)

L'unica consolazione è che pagare le tasse non è un peccato!

 
08/03/2012 - per chi è indeciso (Diego Perna)

Per chi è indeciso se continuare o meno la sua attività di commercio o artigianato, queste tasse in più sono l'ideale per decidersi, ci danno una buona a mano a chiudere. Non sono ironico, parlo seriamente, continuare a lavorare non riuscendo più a pagare quanto si dve tra tasse contributi e aumenti di ogni tipo, potrebbe innescare un indebitamento non più gestibile, al punto che banche equitalia e simili potrebbero fare man bassa in quattro e quattrotto di quanto si è costruito in quasi una vita e anche in più generazioni. L'aumento delle tasse è una via per ripagare gli interessi sul debito pubblico e gli investitori che sui mercati sguazzano ogni giorno, lo spread scende e le imprese chiudono, è ovvio che chi resta dovrà caricarsi il peso che queste portavano sino a schiantarsi. Siamo degli illusi se crediamo ai decreti salvaitalia, anche se anch'io non vedo altro modo per evitare un crac europeo che ci porterebbe, avrei detto sino a ieri, a una Grecia diffusa; dico ieri perchè oggi sembra che si sia ristrutturato il debito ellenico e tutto per i mercati sia risolto. I mercati vanno bene e il lavoro diminuisce, i disoccupati aumentano e nessuno mi spiega che logica c'è dietro tutto questo. Buona serata