BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

BORSA&SPREAD/ Così è “iniziato” il lunedì nero di Piazza Affari

InfophotoInfophoto

Ormai la pressione fiscale italiana, senza che esista uno straccio corrente e chiaro di spinta alla crescita, ha raggiunto livelli allarmanti e intollerabili. L’accanimento della tassazione contro i produttori di ricchezza, le imprese in primo luogo, raggiunge livelli parossistici e si continua a fare degli “esempi virtuosi”, come la sobrietà a Palazzo Chigi che dovrebbe essere la strada degli altri ministeri. Alla luce di quando sta accadendo sui mercati, tutto questo appare come una sorta di povera illusione e la lettura dei mercati è quella di un Paese che era malato di non crescita e che resta un ammalato grave di non crescita. Inoltre, più impoverito dalla nuova pressione fiscale che gli viene imposta.

Quando scatterà l’Imu, si prevede che i prezzi delle case crolleranno del 20 o 30 percento. Così, in nome del bilancio statale, il governo dei tecnici continua nella sua cura di antibiotici e l’ammalato sta diventando un degente cronico.

© Riproduzione Riservata.