BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: i "padroni" della finanza vogliono una nuova crisi

InfophotoInfophoto

La scarsità di liquidità per l’economia reale in presenza di immense nuvole di liquidità erogate dagli stati che mai non toccano terra, queste nuvole vaganti e mai discese a umidificare il terreno fecondo predispongono il mondo alla più grave crisi deflazionaria mai avvenuta. Essa avviene, cosa rara che dovrebbe far tacere per sempre i monetaristi accaniti, in presenza di una massa monetaria immensa che però tutta è assorbita dalla circolazione del capitale per il capitale. Il capitale che vola sulle teste dei piccoli imprenditori, dei pensionati, degli operai, dei ceti medi che credono nei titoli di stato e li comprano. Sono i risparmiatori che pensano che i banchieri servano la patria o la “super patria” d’Europa e via dicendo. Una bella crisi dal punto di vista scientifico, ma una catastrofe morale e sociale che fa paura più che la lettura dell’Apocalisse da parte di chi non ha la vera fede.

P.S.: Ultima osservazione: la forma di governo è assolutamente ininfluente rispetto a questa crisi. Monti o pianure di cui il paesaggio sia ricco, essa si svolge indipendentemente dai politici o politico-tecnici di turno. A meno che i politici veri, se ancora ne esistono, di tutto il mondo non si uniscano e in forma regolata e sincronica riformino le banche, le nazionalizzino quando non possono riformarle, proibiscano i derivati, ecc. Ma mi sa che questo è impossibile… E quindi rileggo San Paolo...

© Riproduzione Riservata.