BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PATTO MONTI-MERKEL/ L’esperto: ecco perché Piano Marshall, Efsf, Fiscal Compact e Project Bond non bastano a salvare l’Europa

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

Sul fronte della crescita, nell’ambito della Commissione europea si sta mettendo a punto una sorta di nuovo Piano Marshall. L’idea è quella di mobilitare 200 miliardi di euro di risorse da investire in opere infrastrutturali, avvalendosi dell’emissione di project bond che favorirebbero investimenti finalizzati alla crescita. «L’ipotesi, potenzialmente, è positiva. Occorre capire, anzitutto, in cosa consisteranno gli investimenti. Uno degli obiettivi da perseguire è quello dell’abbattimento delle differenze tecnologiche. In Italia, ad esempio, siamo parecchio indietro rispetto all’accesso al digitale o sull’alta velocità».

Secondo il professore, «tutti gli investimenti che migliorano la produttività complessiva rappresentano importanti passi in avanti». Tuttavia, restano misure che, per quanto utili, non sono determinanti quanto la reale priorità dell’Unione: «L’obiettivo da centrare è quello dell’integrazione sociale, all’insegna degli Stati Uniti d’Europa; senza una condivisione di fondo su questo livello, non saranno sufficienti strumenti quali il Fiscal Compact, il Fondo Salva Stati o i Project Bond  a impedire il disgregarsi europeo».

 
(Paolo Nessi)


© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.