BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Tarantini: dagli Usa la soluzione per ridare soldi a famiglie e imprese

Pubblicazione:domenica 8 aprile 2012

Foto Infophoto Foto Infophoto

Un momento: al punto in cui eravamo arrivati, la manovra del “governo dei tecnici” era inevitabile. Il recupero dell’immagine internazionale dell’Italia è stato utile. Forse in quel momento non c’erano altre scelte. Ma poi, ripeto, problemi che già esistevano, sono riemersi, si sono ripresentati.


Il problema principale è quindi di nuovo quello della liquidità delle banche, per permettere che siano in condizione di assicurare credito alle imprese?


È questo il nodo centrale. In sede europea si poteva la questione dei coefficienti patrimoniali imposti dall’Eba, differenziando i parametri richiesti fra le banche commerciali e quelle di investimento. Sarebbe già stato un passo avanti.


E poi?


C’è il nodo delle banche italiane che non riescono al momento ad assicurare credito necessario alle imprese. Scarsa liquidità, difesa del loro interesse, poca raccolta. Anche l’emissione di nuove obbligazioni sarebbe troppo onerosa. A questo punto si potrebbe pensare di facilitare la cartolarizzazione dei crediti delle banche con la garanzia dello Stato. È un’operazione che si fa negli Stati Uniti. Questo permetterebbe alle banche di ricominciare a erogare credito alle imprese e alle famiglie.


Rispetto alla situazione che stiamo vivendo, lei è ottimista o pessimista?


Si continua ad alimentare un’immagine degli italiani, soprattutto all’estero, di un popolo di evasori. Al contrario occorre partire da una considerazione: quella degli italiani che rispondono sottoscrivendo i titoli di Stato, come si è visto con i Btp Italia. Quando penso a questo divento ottimista.

 

(Gianluigi Da Rold)




© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
09/04/2012 - Vogliamo una Banca tipo la Federal americana! (Silvano Rucci)

Se l’Unione Europea, ora presieduta dal tedesco Martin Schulz, riesce a formare una Banca Centrale sul tipo della Federal americana ed un Forte Governo fra tutti i Paesi, oltre a scegliere una Economia fondata non soltanto sulla Stampa di moneta cartacea, ma su una limitata espansione Finanziaria, molto mirata e tanto che permetta di superare il Default, il Lavoro potenziato dalle risorse di ciascun Paese e le nuove Finanze finalizzate alla ripresa potrebbero portare alla fine dell’angoscia italiana ed alla salvezza della UE!