BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

WALL STREET/ Cooley (NY University): la riforma Obama fa fuori le lobby della finanza

Foto InfophotoFoto Infophoto

Le posizioni di trading sono molto complicate, e le interconnessioni e i rischi che li coinvolgono sono molto intricati. E’ difficile capire anche per gli stessi esperti. Quindi i controlli sono necessari, ma i controlli saranno imperfetti anche nel migliore dei casi. E’ sempre possibile avere un trader disonesto, come nel caso di Barings. Queste sono eccezioni, ma quando ciò accade normalmente può portare al diffondersi di un sentimento di preoccupazione. Oltre che all’interrogativo se i sistema dei controlli siano stati ben concepiti e funzionino in modo corretto, o se si stia semplicemente cercando di aggirarli. E’ sempre forte la tentazione di cercare delle scorciatoie.

 

Qual è il significato politico e finanziario delle dimissioni di Ina Drew, ex capo degli investimenti di JPMorgan?

 

Ritengo che le implicazioni di questo fatto non abbiano reale importanza se non sul piano simbolico. JPMorgan ha un vero e proprio vivaio di grandi talenti e ci sono diverse persone che possono subentrare e compiere il lavoro di Ina Drew in modo egregio. Quando si verificano errori di questo tipo, qualcuno deve risponderne, ed è questo il motivo per cui è stata licenziata. Una donna ha perso il suo posto di lavoro, e presto la stessa cosa capiterà anche ad altre persone, ma questo è un fatto normale per Wall Street, e non penso che qualcuno si dispiacerà di avere perso il suo talento perché ci sono numerose persone come lei.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.