BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IMU/ I sindaci avvisano: le aliquote aumenteranno, mancano 2,5 miliardi

Pubblicazione:

Fotolia  Fotolia

Imu, per i sindaci la tassa è destinata ad aumentare. secondo un nuovo grido di allarme lanciato dai primi cittadini italiani da sempre in rotta contro la tassa sugli immobili, il prelievo sarà destinato ad aumentare perché ai comuni stessi verranno a mancare 2,5 miliardi di euro rispetto alla vecchia Ici. Come si sa infatti l'Imu è stata reintrodotta dal governo più per sostenere e abbattere il debito pubblico che, come succedeva invece con l'Ici, permettere alle amministrazioni locali di finanziarsi. Del prelievo previsto con l'Imu ai comuni dovrebbe infatti restare ben poca cosa. Ecco perché i sindaci prevedono un aumento dei soldi da pagare in modo da poter intascare quanto permetterebbe loro di pagarsi le proprie spese. Intanto i sindaci si preparano a una nuova manifestazione di protesta prevista per il 24 maggio a Roma. Tassa contraria alla finanza locale, tassa ingiusta, dicono i sindaci, perché i comuni che fino a oggi si sono prodigati a tenere bassa l'Ici e quelli che applicavano agevolazioni, adesso saranno colpiti più duramente degli altri. Saranno cioè costretti a tassare due volte e a far pagare tutto questo ai cittadini. L'Ifel, l'istituto di ricerca dell'associazione dei comuni italiani, presenta proprio oggi i dati di una propria ricerca in cui viene sottolineato che le stime di incasso del governo sono esagerate. Mancano appunto 2,5 miliardi di euro. Ecco perché si sarà costretti ad aumentare le aliquote e far pagare doppio i cittadini, applicano un altro uno per mille sulla prima casa e sugli altri immobili. Altrimenti si provocherà un buco nel bilancio pubblico pari a circa 900 milioni di euro, e anche un taglio alle risorse die comuni pari a 1,3 miliardi. A questi soldi vanno aggiunti poi i 2,5 stabiliti dal salva Italia. 1,4 miliardi decisi ad agosto del 2011 dal governo Berlusconi e i 7,9 miliardi di risparmi imposti dalle manovre degli anni scorsi. Uno scenario dunque drammatico, disastroso, secondo i sindaci.  Si tratta poi di un meccanismo che apparentemente con l'Imu sembra destinare ai comuni 2,4 miliardi di euro in più rispetto all'ultimo incasso Ici, quello del 2010. Ma poi i trasferimenti di soldi verranno tagliati per un importo pari a 5 miliardi di euro. Lo Stato incasserà di più, circa 13 miliardi di euro, ma i sindaci perderanno circa il 30% dell'incasso previsto. 


  PAG. SUCC. >