BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

WALL STREET/ Jesse (Occupy): Obama non riformerà mai le lobby da cui è finanziato

Pubblicazione:

Una manifestazione di Occupy Wall Street  Una manifestazione di Occupy Wall Street

La differenza è che Obama è intervenuto apertamente a favore della riforma e Romney no. Durante la campagna elettorale, del resto, si fanno molte affermazioni come quelle del presidente Usa, ma sul piano pratico Obama e Romney sono molto simili. Uno promette e non mantiene, l’altro neppure promette.

 

Qual è la forza delle lobby di Wall Street che si oppongono a qualsiasi riforma?

 

È un’opposizione molto potente. Non fanno solo del lobbismo, sostenendo i politici con donazioni per la loro campagna, ma ricoprono anche posizioni all’interno dell’esecutivo. Riescono così a essere influenti in vari modi, tanto che parecchie delle iniziative politiche cui assistiamo sono dovute alla loro influenza. Il loro interesse nelle decisioni politiche è elevato.

 

A suo parere, Obama è davvero interessato a una seria riforma di Wall Street?

 

Probabilmente pensa che sia una cosa buona, ma non credo vorrà veramente intraprendere azioni forti a tal proposito, né penso che stia pianificando iniziative drastiche. È stato eletto nel mezzo della crisi e non può fare a meno di affrontare questo argomento. Per questo ne parla, ma di per sé ciò non vuol dire che prenderà iniziative. Anche perché siamo di fronte a un problema più grande e cioè che i politici non agiscono veramente per l’interesse pubblico, ma fanno ciò che interessi particolari e gli interessi del grande business gli dicono di fare.

 

Lei ha detto che nel 2008 Obama ha ricevuto donazioni dal mondo finanziario. Esiste ancora questo legame?

 

Sì, e si tratta di connessioni ben documentate. Nel suo staff vi sono ex operatori di Wall Street e, inoltre, lui ha rapporti con lobbisti e riceve finanziamenti dal mondo finanziario. Può anche essere che qualcuno come Romney riesca a creare con Wall Street relazioni migliori di quelle di Obama, ma rimane il fatto delle buone relazioni di Obama con i lobbisti di Wall Street.

 

Quali prove si possono portare di questi rapporti tra Obama e le lobby di Wall Street?

 

I contributi finanziari ricevuti durante la campagna devono essere resi pubblici e quindi tutti possono prenderne conoscenza. Non è un segreto. A New York Obama ha organizzato raccolte di fondi con il mondo finanziario.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.