BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BORSA/ Milano maglia nera d’Europa al -3%. Spread a 422 punti base

Dopo la chiusura in forte rialzo di ieri, oggi la Borsa parte in rosso è al momento cede oltre il 3%. Piazza Affari, inoltre, è la maglia nera d’Europa

Infophoto Infophoto

Dopo la chiusura in forte rialzo di ieri, oggi la Borsa parte in rosso è al momento cede oltre il 3%. Piazza Affari, inoltre, è la maglia nera d’Europa. Anche le altre piazze del continente sono infatti in rosso, ma con perdite più contenute: Madrid e Parigi si trovano di poco sotto del 2%, mentre Francoforte cede l’1,8%. A pesare sono molto probabilmente le attese sul vertice informale dei leader europei convocato per questa sera a Bruxelles e la sfiducia circa il fatto che possa essere raggiunta una soluzione ai problemi che attanagliano l’Ue. Ci sono infatti da discutere la situazione della Grecia (che a metà giugno tornerà alle urne e sulla cui permanenza dell’euro continuano a esserci forti dubbi, nonostante le dichiarazioni dei leader europei), le criticità del sistema bancario spagnolo, dove lo Stato è già dovuto intervenire in soccorso di Bankia, nonché delle misure per stimolare la crescita a livello europeo. Dopo il vertice del G-8 dello scorso weekend, le pressioni su Angela Merkel sono in questo senso aumentate, soprattutto grazie alla linea tenuta da Francois Hollande e Barack Obama. Tuttavia, la Germania ha nuovamente respinto l’ipotesi di creare gli eurobond, dato che renderebbero meno attrattivi i Bund tedeschi (quelli a due anni vengono messi all’asta con rendimento nullo). Sembra che a un accordo si possa giungere sulla base di un growth compact da affiancare al più noto fiscal compact.

Sul listino principale di Piazza Affari va segnalato il tonfo di Pirelli (-6,2%) e il forte calo di Buzzi (-5,1%), Fiat Industrial (-4,4%), Mediolanum (-4,1%), Saipem (-4,1%) e Finmeccanica (-3,8%). Ma ci sono anche le banche tra i titoli in ribasso, dopo i rialzi dei giorni precedenti, sulla scia del raggiungimento dei parametri patrimoniali richiesti dall’Eba: Bpm (-5,3%), Mps (-4,5%), Banco Popolare (-4,4%), Ubi Banca (-4,4%), Intesa Sanpaolo (-3,7%) e Unicredit (-3,6%). Solo due titoli in rialzo sul Ftse Mib: FonSai (+4,5%), ancora al centro degli interessi di Unipol, e A2A (+0,9%). Il titolo più scambiato al momento è Telecom (-1,9%).

Per quanto riguarda lo spread tra Btp e Bund, al momento staziona a quota 422 punti base, dopo aver raggiunto un massimo di giornata a 425.