BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BPM/ Ponzellini agli arresti domiciliari per 5,7 milioni di tangenti. In Borsa perdita del 7,5%

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Massimo Ponzellini (Infophoto)  Massimo Ponzellini (Infophoto)

MASSIMO PONZELLINI AGLI ARRESTI DOMICILIARI Stamattina i militari del nucleo di Polizia tributaria della Guardia di finanza di Milano hanno sottoposto agli arresti domiciliari Massimo Ponzellini, ex Presidente della Banca Popolare di Milano e attuale numero uno di Impregilo. La misura è stata presa nell’ambito di un’inchiesta nella quale si ipotizza l’infedeltà patrimoniale e l’associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, all’appropriazione indebita, all’emissione di fatture false, al riciclaggio e alla violazione del divieto degli esponenti bancari di contrarre obbligazioni. Agli arresti domiciliari è finito anche Antonio Cannalire, direttore collaboratore di Ponzellini, mentre Francesco Corallo, titolare della società Atlantis, per il quale è stato emesso lo stesso provvedimento, risulterebbe irreperibile.

L'ordinanza è stata firmata dal gip Cristina Di Censo e l’inchiesta è condotta dai pm Mauro Clerici e Roberto Pellicano e nelle indagini sarebbero coinvolti l'ex Direttore generale della Banca popolare di Milano, Enzo Chiesa, e Marco Milanese, già consulente dell’ex ministro dell’Economia Giulio Tremonti.

Secondo le accuse, gli amministratori di diverse società, tra cui Atlantis, avrebbero corrisposto e promesso somme di denaro, pari a circa 5,7 milioni di euro, in cambio di favori nei procedimenti di concessione e mantenimento del credito bancario. In totale pare che i finanziamenti concessi ammontino a 148 milioni di euro. Le presunti tangenti sono in particolare contestate a Ponzellini. Secondo alcune indiscrezioni, nell’ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti di Ponzellini, Cannalire e Corallo, si fa riferimento anche a un’intercettazione telefonica tra Cannalire e l’ex ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani. Il quale si sarebbe interessato per far avere un finanziamento all’imprenditrice Ilaria Sbressa per un’emittente televisiva del digitale terrestre. La Sbressa sembra fosse comunque già in contatto con Cannalire. L’inchiesta quindi coinvolgerebbe anche parte del mondo politico. In Borsa il titolo di Bpm subisce un tracollo del 7,5%, mentre quello di Impregilo non subisce effetti negativi dalla notizia.


  PAG. SUCC. >