BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FINANZA/ 1. Pelanda: dalla Spagna una buona notizia per l'Italia

Angela Merkel (Infophoto) Angela Merkel (Infophoto)

Fino a che punto? Finora  la soglia - come definita da Merkel in vista delle elezioni politiche del settembre 2013 - è stata quella oltre la quale l’elettorato tedesco percepirebbe che denari fiscali tedeschi vengono usati per salvare altre nazioni meno virtuose. Ma la minore condizionalità imposta alla Spagna in cambio del salvataggio indica che Merkel sta iniziando a modificare la soglia perché vede il rischio di importare in Germania le crisi bancarie e insolvenze altrui.

Inoltre, le banche locali tedesche hanno un buco di circa 400 miliardi che finora è stato coperto con mezzi opachi dal governo e ciò rende la Germania vulnerabile a scossoni e imputazioni di disordine gestionale, cosa segnalata dal declassamento fatto dalle agenzie di rating di questi istituti.

In conclusione, la maggiore morbidezza di Berlino non è dovuta alla consapevolezza dei difetti della strategia, ma alla paura di guai se insiste con un metodo troppo duro. Per questo la modalità del salvataggio spagnolo appare un buon segnale di ritorno del realismo per la tenuta prospettica dell’euro e dell’Italia.

 

www.carlopelanda.com

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
13/06/2012 - metodo don bosco per i pasei piigs (antonio petrina)

caro prof pelanda, plaudiamo all'adozione del nuovo metodo diremmo "don bosco"( noto educatore cattolico avverso al metodo repressivo nella pedagogia ) verso i paesi piigs dell'eurozona ben sapendo che la crescita con debiti è incompatibile ( deficit spending) ma con debiti prudenti e ripagabili sia dagli stati, dalle imprese ( inclusi gli intermediari che fanno girare la moneta) e dalle famiglie !