BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FINANZA/ Aiuti alla Spagna. L'esperto: speriamo le banche non usino tutti i 100 miliardi

Rajoy e Monti (InfoPhoto) Rajoy e Monti (InfoPhoto)

Riguardo eventuali scenari futuri, Emilio Colombo spiega che «la situazione è obiettivamente imperscrutabile. I margini di incertezza che attualmente esistono resteranno molto ampi anche nei prossimi mesi. Il primo passo decisivo è rappresentato dalle elezioni greche del prossimo 17 giugno, in cui nessuno può realmente prevedere cosa accadrà, mentre l’altra tappa decisiva è il meeting europeo di fine giugno. Il vero problema resta però il fatto che l’Europa è riuscita nell’incredibile impresa di non prendere alcuna decisione negli ultimi due anni, posticipando ogni valutazione o stabilendo progetti solamente a lungo termine. Decisioni ovviamente utili, ma che non fanno nulla per risolvere la crisi attuale. Proprio per questo è necessario fare entrambe le cose: bene le decisioni a lungo termine, ma, proprio in virtù del fatto che si delinea una chiara prospettiva futura, occorre prendere decisioni che a breve possano supportare questi progetti, e mi auguro che l’Europa lo faccia al più presto».

 

(Claudio Perlini)

© Riproduzione Riservata.