BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ 2. Così il Parlamento "smonta" l'ottimismo di Monti

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Mario Monti (Infophoto)  Mario Monti (Infophoto)

Di certo non vedremo la Germania addossarsi tutti i debiti degli altri Paesi, ed è una follia pensare a un’ipotesi del genere. Una parte della soluzione consiste certamente in una mutualizzazione, ma in cambio bisognerà offrire alla Germania proposte concrete e questo evidentemente ancora non è stato fatto. Come ancora non si è riusciti a capire che molte grandi banche europee, ma anche medie e piccole, sono oggettivamente in situazione di estrema difficoltà.

Cosa fare quindi?

Bisogna intervenire, ristrutturare con decisione queste banche e compiere quei passi dolorosi, ma necessari che cerchiamo di rinviare da due anni e che continuano a far peggiorare la situazione.

Secondo lei, dopo gli aiuti alla Spagna, l'Italia sarà il prossimo Paese contagiato?

Dipende sempre da quanto siamo credibili ai mercati che continuano a guardare con estrema attenzione a quello che accade nel nostro Paese. Se il governo continua ad avere difficoltà in Parlamento significa che l’Italia non vuol cambiare. Sono dell’idea che l’Italia avrà bisogno di aiuti provenienti da più parti, che però arriveranno solamente quando i mercati avranno una fiducia molto elevata sul fatto che il nostro governo ha realmente la possibilità di cambiare la nostra economia. Insomma, bisogna che il Parlamento lasci agire il governo, altrimenti dovrà prendersi la responsabilità di un eventuale ulteriore peggioramento della crisi italiana.

 

(Claudio Perlini) 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.