BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

ASTA BTP/ L'esperto: rendimenti in rialzo e rischio in aumento, ma la situazione cambierà

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Questo però, continua a spiegare Livermore, «complica le cose perché si è sempre tentato di far passare ai mercati il messaggio che la crisi si ingrossa, ma solo nel breve periodo. Per cui se si alzano i tassi da qui a 24 mesi non significa far suonare campanelli d’allarme, ma si tratta di una situazione che comunque può rientrare. Quando invece cominciano ad alzarsi i rendimenti da 3 a 5 anni, passando quindi alla fase del medio termine, allora la situazione diventa più pericolosa perché si rischia di mettere in discussione la strategia che la Bce sta comunicando ai mercati».

Intanto il rendimento dei Bonos decennali vola fino alla soglia critica del 7% oltre la quale, secondo gli esperti, è praticamente inevitabile il salvataggio internazionale vista l'incapacità di un mercato di finanziarsi sui mercati. Livermore fa però notare che «i rendimenti sono saliti anche per il titolo di Stato tedesco, più o meno con le stesse modalità che abbiamo discusso per Italia e Spagna, anche se ovviamente con tassi lontani dai livelli critici spagnoli». Riguardo invece a eventuali scenari futuri, Livermore conclude spiegando che «se ci concentriamo sul mercato del debito europeo, mi aspetto sicuramente importanti novità di breve periodo, anche perché nell’arco dei prossimi sei mesi la situazione di stallo che esiste oggi non potrà continuare. E’ chiaro che in questo lasso di tempo bisognerà trovare soluzioni di compromesso, mentre nel lungo termine mi aspetto invece tassi calmierati, perché credo che la Bce ricomincerà a prendere parte attiva nel mercato dei titoli obbligazionari di lungo termine».

 

(Claudio Perlini)

© Riproduzione Riservata.