BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BTP E SPREAD/ Borghi (Il Giornale): la Bce può fermare la speculazione, ma la Germania...

Pubblicazione:martedì 19 giugno 2012

Infophoto Infophoto

Ovunque, del resto, funziona già così. «Non si capisce perché tutto il resto del mondo abbia banche centrali che monetizzano il debito emettendo nuova valuta. Nessuno, per intenderci, pensa che gli Stati Uniti debbano rientrare dal debito». Non ci sono solo gli Usa: «Nonostante le varie rivoluzioni, neppure l’Egitto ha fatto default. Anche lì si emettono titoli di Stato». Tecnicamente, nulla osterebbe. «La Bce può comprare titoli di Stato sul mercato secondario; quindi, indirettamente. Ma non cambia nulla. Il problema è che, finora, l’ha fatto in maniera totalmente imprevedibile. Di tanto in tanto. Dando, quindi, l’impressione di non aver alcuna intenzione di procedere in tal senso». Si dice che voglia mantenere la propria indipendenza. E poi, c’è la Germania. «Che, grazie agli spread così alti, rifinanzia il proprio debito a tassi bassissimi. A lei, il gioco, conviene. Peccato che stia avvelenando la terra in cui ha le radici». 

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.