BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FINANZA/ Ecco perché i mercati hanno "bocciato" il voto greco

Infophoto Infophoto

Secondo, al netto della Grecia, ieri i mercati prezzavano il fatto che i prestiti tossici delle banche iberiche sono arrivati all’8,72% del totale, il livello peggiore dal 1994, ma anche decisamente sottostimato, visto che molti di questi sono riportati al valore facciale, essendo tramutati in securities e scaricati presso la Bce. Ma anche prendendo per buono questo dato, siamo a quota 6,1 miliardi di dollari, 73,2 miliardi di dollari su base annualizzata. Al netto della farsa del piano di salvataggio da 100 miliardi (di fatto necessari solo per colmare il buco prodotto dai prestiti tossici al settore real estate), con il rendimento dei decennali spagnoli al 7,15% e dati simili che arrivano dal mercato bancario, c’è forse motivo di festeggiare qualcosa?

© Riproduzione Riservata.