BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Barclays, l’ultima "truffa" che arriva dalla City

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

La storia è andata in questo modo. Il problema è che se Barclays ha alterato il valore del Libor è come se si alzasse il sipario su uno scenario inquietante, dove si bara in affari sull’ordine di migliaia di miliardi. Dove l’affidabilità e la credibilità di una banca viene lasciata alla discrezione, tollerata per un lungo periodo, dalla stessa governance della banca. Il problema che ci si pone al momento, al di là di quello che possa capitare a Barclays, è se questo sia un caso isolato oppure se c’è una serie di operazioni fatte in questo modo. È per questa ragione che la finanza inglese, al momento, sta entrando in un’autentica tempesta che è difficile comprendere se terminerà solo con una multa comminata dalle Autorità di vigilanza americana e inglese.

 

Le disinvolture delle banche in questo periodo sono veramente inquietanti. La Banca dei regolamenti internazionali, la Bri, ha comunicato settimana scorsa che dallo scoppio della crisi dei subprime, le banche non hanno affatto mutato rotta, continuando a fare trading e speculazioni come prima della crisi.

 

Se risultasse vero quello che si dice su Barclays, avremmo cinque anni filati, in piena crisi che fa saltare addirittura alcuni Paesi, in cui una banca ha fatto quello che ha voluto con il valore del tasso sul mercato interbancario. Sarebbe un fatto impressionante. Bontà sua, Diamond ha già detto che non si metterà per non compromettere l’immagine della banca.

 

(Gianluigi Da Rold)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.