BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ L'intervento di Giuseppe Guzzetti al Congresso dell'Acri

Pubblicazione:

Giuseppe Guzzetti - Infophoto  Giuseppe Guzzetti - Infophoto

Ringrazio i Colleghi e le Autorità che interverranno nel pomeriggio e tutti coloro che parleranno domani. Ringrazio, infine, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che in questi anni non ci ha mai fatto mancare la Sua attenzione, rivolgendoci parole che ci hanno sempre dato coraggio, stimolandoci ad andare avanti nell’impegno – delle Fondazioni e delle Casse – per la crescita dell’Italia.

Ringrazio Voi, gentili Ospiti, e Voi, cari Colleghi, Presidenti di Fondazioni e di Casse di Risparmio, che in questi tre anni avete confermato quel grande spirito di unità e di collaborazione che contraddistingue gli Associati Acri e che è visibilmente testimoniato dalla Vostra numerosissima presenza qui oggi. Così come la presenza assai numerosa degli altri Ospiti che hanno inteso partecipare a questo nostro Congresso testimonia un’attenzione verso le nostre Associate che è via via cresciuta nel tempo. Voglio, poi, ringraziare la stampa, che da dieci anni ci segue con una puntualità prima inusitata per i nostri Congressi. Della Vostra presenza Vi siamo grati, quali che siano naturalmente le valutazioni e le considerazioni che farete sullo svolgimento e sui contenuti di queste due giornate.

Chiudo questi ringraziamenti con un grazie speciale a quei ragazzi seduti nei palchi di fronte a me, che ci hanno fatto l’onore e il dono di essere qui con noi oggi. Sono una rappresentanza dei bambini e dei ragazzi del Centro Padre Nostro di Palermo, che insieme ad alcuni operatori del volontariato, partecipano a un’importante iniziativa sostenuta da molte nostre Fondazioni: le crociere di Nave Italia, il brigantino a vela più grande del mondo, che è ancorato in questi giorni nel porto del capoluogo siciliano, in omaggio alla celebrazione del centenario dell’Acri. Questo brigantino naviga lungo le coste del nostro Paese e ha permesso sinora a più di 3.500 ragazzi portatori di disabilità psicofisiche e adolescenti in difficoltà di vivere l’avventura del mare. Realizzata dalla Fondazione Tender To Nave Italia, che è stata costituita dalla Marina Militare e dallo Yacht Club Italiano, l’iniziativa consente ai ragazzi di navigare a vela per cinque giorni lungo le coste del Tirreno e dell’Adriatico, in un’esperienza che ha obiettivi terapeutici e formativi. A tutti loro auguriamo buona navigazione, non solo per mare ma nella vita.


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >