BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA/ Italia, ecco come vincere la guerra dei mercati

InfophotoInfophoto

Cosa vuol dire, in dettaglio, per l’Italia? A occhio significa: (a) tagliare di almeno 150 miliardi la spesa pubblica e le tasse in un periodo di 5 anni; (b) ridurre con operazioni di finanziarizzazione e dismissione del patrimonio di almeno 400 miliardi il debito (ora attorno ai 2 trilioni di euro) nell’arco di tre anni per dare un impulso alla ristabilizzazione finanziaria della nazione e del suo sistema bancario depresso anche dal rischio sovrano (i rating) troppo elevato; (c) togliere tutti i vincoli burocratici che deprimono e caricano di costi eccessivi le dinamiche di libero mercato; (d) mantenere il pareggio di bilancio per comunicare al mercato che il debito, prima di essere tagliato, comunque non aumenterà e quindi sarà affidabile già per questo motivo.

Poi altri cambiamenti saranno necessari a livello di Eurozona, il più importante la trasformazione della Bce in una vera Banca centrale, con poteri di vigilanza sovranazionali e capacità di prestatore di ultima istanza anche nei confronti delle nazioni e dei loro debiti. Ma affinché ciò avvenga sarà prima necessario un totale cambiamento del modello nazionale. Preparatevi: il cielo cadrà addosso solo a chi non sa cambiare.

 

www.carlopelanda.com

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
10/07/2012 - finanza (delfini paolo)

IO SONO CONVINTO INVECE CHE NON SI POSSA PIU' FARE TUTTE LE COSE IN FUNZIONE DEI "MERCATI", E' DIVENTATA UN'INSOPPORTABILE OPPRESSIONE,ESSERE IN BALIA DEGLI UMORI DEGLI SPECULATORI