BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BORSA/ Piazza Affari in rosso. Brilla Unicredit. Spread a 460 punti base

Infophoto Infophoto

Intanto le buone entrate fiscali hanno permesso al Tesoro di cancellare l’asta dei Btp in programma per la vigilia di Ferragosto. Nei primi 5 mesi dell’anno infatti si sono attestate a 149.540 milioni, in crescita del 2,5% (+3.695 milioni) rispetto allo stesso periodo 2011 e con un recupero dell’1,2% rispetto al mese di aprile. A pesare anche l’annuncio del governo della scorsa settimana che il gettito dell’Imu pervenuto dalla prima rata di giugno è stato in linea con le previsioni con complessivi 9,5 miliardi e la stima per fine anno è appena sotto ai 21 miliardi previsti (20,085 mld). Non sarà effettuata dunque l’asta dei titoli a medio-lungo termine prevista per il 14 agosto.

Domani invece il primo appuntamento mensile con l’asta di Bot annuali. L’ammontare previsto dell’emissione è di 7,5 miliardi di euro. L’assenza di specifiche esigenze di cassa ha indotto il Tesoro a non procedere all’offerta di Bot trimestrali. Mentre il 16 luglio scadranno Bot per 10,4 miliardi (3 miliardi di trimestrali e 7,4 miliardi annuali). Venerdì sarà la volta dei Btp 2015 (tra un minimo di 2,5 e un massimo di 3,5 miliardi di euro) e dei Btp non più in corso di emissione con scadenze settembre 2019, marzo 2022 e agosto 2023. L’ammontare complessivo per queste tre emissioni è previsto tra un minimo di 1 miliardi di euro a un massimo di 1,75 miliardi di euro.

© Riproduzione Riservata.