BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DOWNGRADE MOODY'S/ Tagliato il rating dell'Italia da A3 a Baa2

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

DOWNGRADE DI MOODY'S SULL'ITALIA Moody’s ha declassato l’Italia. L’agenzia di rating ha deciso di abbassare di due livelli il giudizio sui titoli di Stato italiani portandolo da “A3” a “Baa2” e mantenendo un outlook negativo. La notizia del taglio è arrivata nella notte, proprio mentre il presidente del Consiglio Monti stava per atterrare negli Stati Uniti, sulle montagne dell’Idaho, per recarsi alla Allen Conference di Sun Valley, dove adesso avrà il compito di rassicurare gli investitori. “Anche il clima politico, specialmente con l'avvicinarsi del voto della prossima primavera, è fonte di un aumento dei rischi”, ha fatto sapere Moody's, sottolineando inoltre che il declassamento italiano è dovuto anche a un peggioramento della situazione economica nonostante le misure attuate recentemente dal governo.  “I rischi che gravano sull'attuazione delle riforme restano considerevoli - ha ribadito l’agenzia di rating - e aumentano il peso dell'austerity e delle riforme sulla popolazione italiana”. Il rischio è che il clima politico possa ostacolare il pacchetto di riforme messo in campo dall’esecutivo che secondo l’agenzia di valutazione americana “ha davvero le potenzialità per migliorare notevolmente la crescita e le prospettive di bilancio”. A pesare nella scelta di Moody’s è quindi la debolezza che il sistema Italia continua a mostrare nonostante le scelte prese nell’ultimo periodo, il debito pubblico elevato, una recessione affrontata troppo timidamente e riforme strutturali che, se pur considerate positive, portano a un risanamento dei conti pubblici che avanza troppo lentamente. Le argomentazioni dell’agenzia di rating si basano inoltre sul rischio contagio che l’Italia sta correndo in un contesto europeo che vede la possibilità dell’uscita dall’euro della Grecia e una grave crisi degli istituti di credito iberici. Un pericolo troppo elevato secondo Moody’s che vede in tutto ciò un cattivo presagio e non esclude inoltre che il rating italiano possa essere nuovamente ritoccato al ribasso. 


  PAG. SUCC. >