BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BANKITALIA/ Il crollo dei mutui, agli under 35 meno del 30% negli ultimi tre anni

Pubblicazione:sabato 14 luglio 2012

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

I mutui per l'acquisto della prima casa sono sempre di meno e a pagarne le conseguenze sono i giovani. In uno studio presentato da tre economisti della Banca d'Italia si leggono dati preoccupanti. La crisi infatti non permette quasi più di accendere un mutuo, indispensabile quasi sempre per comprare la prima casa. Nel periodo 2008-2011, si legge, la concessione dei mutui da parte delle banche è diminuito di più del 20% rispetto a quelli che si erano concessi nel periodo 2004-2007, cioè prima dello scoppio della crisi che attraversano l'Italia e l'Europa. Nel dettaglio, i mutui alle persone con meno di 35 anni sono diminuiti di oltre il 30%. Sempre leggendo lo studio di Bankitalia, si viene a scoprire che in media a partire dal 2008 ogni anno si sono concessi mutui in meno pari al 9,1% mentre nei tre anni precedenti, e cioè dal 2004 al 2007, si era assistito a un aumento dell'8,5 su base annua. Leggendo le cifre relative alla concessione dei mutui si vede che nel periodo 2004-2007 si erano stipulati 266mila aperture di mutuo e che nel periodo dal 2008 al 2011 invece se ne sono stipulati 208mil, pari al 22% in meno. Cosa ha determinato questa situazione. Secondo gli studiosi di Bankitalia "il calo è stato determinato sia da fattori di domanda sia di offerta. I primi sono legati soprattutto alla debolezza del mercato immobiliare e alla fase negativa del ciclo economico, caratterizzata dall'aumento del tasso di disoccupazione e dalla riduzione dei redditi delle famiglie". Nello stesso tempo le condizioni di offerta degli intermediari si sono irrigidite, "per via peggioramento delle condizioni di accesso alle fonti di finanziamento e all'inasprimento dei vincoli di bilancio, oltre che al deterioramento della qualità dei prestiti". Come dicevamo, particolarmente puniti i giovani unger 35 che hanno visto il 36,4% in meno dei mutui concessi. Aumenta invece forse proprio per questo l'età media di chi apre un mutuo che passa da 37,8 a 38,8 anni di età. Colpiti in modo evidente anche le persone appartenenti a Pesi non comunitari, cioè non membri dell'Unione europea.


  PAG. SUCC. >