BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPREAD/ Quota 500, un allarme “figlio” della politica

Pubblicazione:lunedì 16 luglio 2012 - Ultimo aggiornamento:lunedì 16 luglio 2012, 18.37

Infophoto Infophoto

Guardi, in realtà ci si trova di fronte a una situazione quasi sconosciuta in questo momento. Non c’è mai stato un periodo in cui ci sono tutti i Paesi emergenti (tranne qualche eccezione) che sono in recessione. Ma si può aggiungere ormai che anche i Paesi emergenti cominciano a incontrare delle grandi difficoltà. Gli economisti propongono alcune ricette, ma c’è una discussione, un dibattito aperto anche su questi interventi. Bisognerebbe riconoscere che nessuno sa bene esattamente quello che sta avvenendo a livello economico e finanziario. In altri termini, possiamo dire che gli economisti non sanno in questo momento quale sia la ricetta giusta. Qui entra in campo anche la necessità di una comunicazione politica nuova.

 

Questo vale anche per la politica dei singoli Stati.

 

Certamente. Che cosa deve fare un buon politico nel cercare strade adatte alla soluzione del problema? Capire se il suo Paese è in grado di rispettare una determinata tabella di marcia di un certo tipo, oppure un’altra soluzione. In questo momento la funzione della politica nel convivere e nel cercare una possibile soluzione della crisi è decisiva.

 

(Gianluigi Da Rold)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.