BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

DALLA SPAGNA/ Così Rajoy e Draghi possono salvarci

Mariano Rajoy e Mario Monti (Infophoto)Mariano Rajoy e Mario Monti (Infophoto)

Se non si applicano tutte queste misure, fino a ottobre.

 

Ci vorrà un intervento della Banca centrale europea?

 

La Bce deve essere consapevole che sebbene siano Spagna e Italia a essere sotto attacco, in realtà gli speculatori stanno scommettendo contro l’euro. Italia e Francia hanno un numero di dipendenti pubblici rispetto al totale della forza lavoro superiore a quello della Spagna (che a sua volta ne conta più di Germania, Olanda e Regno Unito). Per questo Hollande si sta agitando tanto per chiedere l’intervento dell’Ue: perché il prossimo bersaglio potrebbe essere proprio la Francia. Se vuole mantenere in vita l’euro, la Bce deve sostenere le misure (che sono reali e non fittizie) che il governo spagnolo sta adottando, comprando i titoli di stato sul mercato secondario.

 

È vero che la Germania si sta opponendo a tutto ciò che potrebbe stabilizzare la situazione in Spagna e in Europa?

 

La Germania capisce e conosce la situazione ed è al corrente del lavoro che sta facendo il governo spagnolo, ma comprendiamo il fatto che ai suoi cittadini possa arrivare un’immagine distorta della realtà. Ci sono anche Olanda, Finlandia, Lussemburgo e Austria che fanno pressioni. In Spagna si celebrano in questo periodo gli 800 anni dalla Battaglia di Las Navas de Tolosa (che diede una svolta alla Reconquista).

 

Come mai sta ricordando questo fatto storico?

 

Rajoy deve sparare tutti i colpi che ha in canna, anche a rischio di doversi sacrificare; proprio come disse nel 1212, prima di attaccare gli Almohadi (venuti persino dall’Africa), il re Alfonso VIII all’Arcivescovo di Toledo, che pure andava a combattere: “Qui, Arcivescovo, io e lei moriremo”. Oggi in Spagna non ci sono alternative a Rajoy: non ci sono Monti, Rato o Almunia. Solo lui può fare le riforme necessarie per stabilizzare la situazione, anche se questo vuol dire morire politicamente.

 

(Lorenzo Torrisi) 

© Riproduzione Riservata.