BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Europa e Italia vittime di un "complotto" degli Usa

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

Nei giorni scorsi un documento del Fondo monetario internazionale ha parlato di dubbi sulla sopravvivenza dell’euro e ha dato consigli alla Bce su cosa fare. Ha diffuso, secondo me impropriamente, un allarmismo che ha aggravato la situazione. Un allarmismo che ha portato a vendere euro e a liberarsi dei titoli di stato ritenuti più pericolosi, in particolare quelli della Spagna e, di conseguenza, dell’Italia: non siamo infatti immuni dal “male” spagnolo, dati i rapporti bancari esistenti tra i due paesi.

 

Secondo lei, l’euro non rischia quindi seriamente di dissolversi?

 

Se l’euro si deprezza nei confronti del dollaro, questo non è un grave problema. Non escludo che uno Stato possa incontrare problemi nel rimborsare il proprio debito, innescando così una crisi bancaria. Nulla vieta, però, di sostenere e aiutare in quel caso le banche. Insomma, c’è una situazione grave, con una “malattia” che non passa, ma non vedo, come molti invece fanno, una “apocalisse” alle porte. Certo, se si crede di poter pensare a qualche provvedimento solo dopo l’estate, allora aspettiamoci caos, crolli e fiammate dello spread. Se invece qualcuno si dà subito da fare, allora si possono limitare i danni.

 

Si dovrebbe intervenire attivando lo “scudo” oppure bisogna lasciare campo libero alla Bce con operazioni straordinarie come una nuova asta Ltro?

 

La Bce è l’unica che ha capacità operativa, perché lo scudo al momento è ancora fermo. Se però lo si mettesse in moto, come minimo le dinamiche del mercato si allenterebbero. Una nuova Ltro avrebbe benefici inferiori rispetto allo scudo, anche perché non dobbiamo dimenticare che i prestiti vanno restituiti. E le banche europee già devono riconsegnare all’Eurotower i 1.000 miliardi delle due precedenti aste straordinarie.

 

Ma sullo scudo non pende la decisione della Corte Costituzionale tedesca sull’Esm attesa per settembre?

 

Credo che nel frattempo si possa trovare comunque uno strumento operativo, un modo per far sì che questo scudo non rimanga soltanto sulla carta.

 

Dunque è giusta la richiesta della Spagna di attivare urgentemente lo scudo.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
26/07/2012 - Ci stanno uccidendo senza pallottole. (claudia mazzola)

Pur non intendendomi di economia e finanza penso che è in atto una guerra, senza morti e feriti? Non è mica così! Chiedetelo al mio amico di 33 anni, sposato, con due figli che è a casa da 7 mesi. La morte del cuore e dell'anima fa molte più vittime.

 
26/07/2012 - Borsa o postribolo? (Daniele Scrignaro)

«Siamo di fronte a ‘ondate speculative basate sul nulla’, come ha scritto in un suo articolo? “Sì, perché non ci sono cause reali che ci riguardano che possano giustificare un simile andamento dello spread e la vendita massiccia di nostri titoli e azioni”». Non mi sembra una novità che la Borsa sia umorale. Che l’uomo sia capace di raziocinio e di ragionamento, non implica che sia razionale e ragionevole: mi risulta che la libertà la faccia da padrone oltre ogni calcolo e benessere. (Altrimenti non ci sarebbero drogati né clienti di prostitute.)