BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

SPENDING REVIEW/ Ecco l'elenco degli ospedali che rischiano di chiudere

La spending review annuncia la chiusura delle strutture ospedaliere con meno di ottanta posti. Molti sono già stati riconvertiti. Ecco l'elenco completo delle strutture

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Spending review, ospedali a rischio chiusura. Tra i tanti tagli che il decreto del governo potrebbe portare, anche quello della chiusura delle strutture ospedaliere considerate "piccole", quelle con meno di 80 posti letto cioè. Nella prima stesura del decreto si parlava addirittura di chiusura delle strutture fino a 120 posti letto, poi si è cambiato idea. In tal caso avrebbe chiuso un terzo delle strutture ospedaliere italiane, ben 399 nosocomi. Abbassando per così dire il tiro si avrà invece la chiusura di 149 ospedali anche se le cifre esatte non sono del tutto chiare, in quanto alcune fonti parlano della chiusura di 257 strutture per un totale di 11.700 posti letto. Gli ospedali tra gli 80 e i 120 posti andrebbero invece riconvertiti. Ovviamente le comunità locali stanno già protestando per questo taglio. Già adesso comunque molti piccoli ospedali erano stati riconvertiti in specializzati di settore, dove ad esempio si fanno solo operazioni particolari o si curano problemi geriatrici. Inoltre queste piccole strutture già adesso non hanno il pronto soccorso, la cosa che più è importante per le comunità locali. In ogni caso andrà aumentata l'assistenza domiciliare quando tali strutture verranno chiuse e cioè a partire dal primo gennaio 2013. Il Corriere della Sera ha pubblicato un elenco regione per regione delle 149 strutture a rischio chiusura. Lo riproponiamo. Dalla lista si deduce che in Piemonte le strutture a rischio chiusura sono sei di cui quattro in provincia di Torino. In Lombardia sarebbero cinque, nessuna delle quali a Milano o in provincia. Anche in Liguria cinque ospedali a rischio chiusura tra cui l'Istituto nazionale per la ricerca sul cancro di Genova. I più colpiti sono quelli del centro e sud Italia. In Toscana sono ben tredici gli ospedali che potrebbero chiudere, mentre nelle Marche la lista è di ben diciassette strutture. In Calabria si arriva a venti. In Lazio si arriva a quota ventitré mentre la Sicilia ha quindici strutture ospedaliere che potrebbero venir chisue.