BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FMI/ Lagarde: l'economia mondiale peggiora, l'Europa deve fare di più

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Cristine Lagarde durettore generale del Dondo monetario internazionale, lancia un nuovo drammatico allarme. Lo fa da Tokyo dove è presente per un convegno organizzato dal gruppo editoriale Nikkei . Secondo il presidente dell'Fmi l'economia di tutto il mondo e non solo quella europea, sta peggiorando. La situazione infatti è ormai estesa anche ai mercati cosiddetti emergenti come Cina, India e Brasile. Le loro economie stanno rallentando anch'esse. Rassicura non trattarsi di un cambiamento enorme rispetto alle ultime stime fatte dall'Fmi, ma comunque dei una variazione negativa. Quindi il consiglio all'Europa di fare di più di quanto fatto fino ad ora, nonostante alcuni porgessi. Ed ecco la cura consigliata: "moneta unica, unione bancaria e unione fiscale. Sono passaggi forse lenti per i mercati, ma sufficientemente veloci per i principi democratici". Il presidente dell'Fmi ha commentato il recente vertice di Bruxelels, dicendo che "La scorsa settimana, i leader europei si sono trovati d'accordo su importanti punti e hanno fatto passi nella giusta direzione. Dobbiamo fare di più per superare la crisi". Sulla situazione di crisi che attraversa l'economia mondiale è intervenuto anche il ministro tedesco delle finanze, Wolfgang Schaeuble che ha detto come la fine dell'euro avrebbe conseguenze che porterebbero a una catastrofe economica per l'Europa - Germania compresa - ma anche tutto il mondo. Intanto anche oggi le Borse hanno aperto malamente, nonostante il taglio die tassi di interesse effettuato dalla Banca centrale europea proprio ieri. lo spread ha raggiunto quota 460, mentre il Bund crolla a 1,3%.  Sala invece a 550 punti il differenziale tra i titoli spagnoli a dieci anni e quelli tedeschi. Il rendimento dei bonos va in rialzo al 6,85%. La Borsa di Milano registra una lieve perdita dello 0,1% dimostrando attesa e incertezza. A Londra si registra una perdita dello 0,3%. A Milano il Ftse Mib cede lo 0,43% a 14.010 punti. Francoforte scende dello 0,4% e lo stesso Parigi. In avvio di seduta lo spread tra BTp e Bund sfiora i 470 punti base. La Borsa di Tokyo ha chiuso in perdita dello 0,65%.  


  PAG. SUCC. >