BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Sapelli: c'è un altro '92 dietro la ritirata di Goldman Sachs

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

O addirittura di svendere. E tutto questo mentre si conoscono le difficoltà del nostro sistema produttivo, le difficoltà che stanno incontrando le nostre imprese sul mercato in diversi settori produttivi. Ho pure la sensazione di qualche sorpresa a ferragosto. Speriamo che sia solo una sensazione». Una situazione come quella del 1992 darebbe forse il colpo di grazia al sistema produttivo italiano. «Io temo che si possa ricreare quella stagione, ma c'è una differenza importante rispetto a quell'epoca: questa volta il capitalismo americano è diviso. C'è chi non vuole ridurre l'Italia a “Paese senza peso” in una zona cruciale come il Mediterraneo. Soprattutto adesso, con quello che sta succedendo nei Paesi arabi e nel Medio Oriente. Forse gli Stati Uniti, sicuramente una parte importante, non vuole ridurre il peso che l'Italia ha sempre avuto in questo settore del mondo».



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
12/08/2012 - Zero virgola zero zero (Vittorio Cionini)

Giusta osservazione del Sig. Moeller ma proprio l'importanza attribuita a questo "bruscolino" é il segno evidente della fragilità e instabilità di tutto il sistema. Basta uno sternuto e crolla tutto a dispetto delle "luci in fondo al tunnel" che alcuni dicono di vedere, Allacciare le cinture ! Vittorio Cionini

 
10/08/2012 - Hanno venduto lo 0,00% del nostro debito (Moeller Martin)

La vendita di 2,5 Milliardi di nostri titoli da parte della Goldman & Sachs equivale allo 0,00% del nostro debito. Non perdiamoci nel nulla!