BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Debenedetti: il mio piano anti-debito? Vendere Eni e stop alle aste di Btp

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Si tratta di un problema delicatissimo che riguarda l’indipendenza della banca centrale italiana. Di tanto in tanto questa proposta rispunta fuori come il mostro di Loch Ness, ma sarebbe meglio metterla da parte una volta per tutte in quanto il rating dell’Italia dipende anche dalle riserve auree.

 

Ma il suo piano non rischia di concentrarsi solo sugli interventi a breve termine?

 

Tutti i piani molto ambiziosi come entità e che puntano a ottenere effetti molto lontani nel tempo, non produrrebbero nessun risultato perché i mercati si limiterebbero a guardare e ad aspettare che cosa succederà. E’ invece più giusto avere un piano come il mio, che preveda degli interventi rapidamente realizzabili e con delle tappe definite in modo preciso.

 

E’ possibile trovare in poco tempo acquirenti per le aziende pubbliche italiane, senza il rischio di una svendita?

 

Di tutte le cose vendibili, le aziende pubbliche sono quelle che possono essere cedute più rapidamente. La parola “svendita” inoltre non vuole dire niente, si vende ai prezzi di mercato. E soprattutto se non si cercano gli acquirenti, non li si troveranno mai.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.