BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CRISI/ Grilli: l'Italia non ha bisogno di aiuti, appena possibile ridurremo la pressione fiscale

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Infine, riguardo la riduzione del debito pubblico, Grilli delinea il suo piano: "Ho tracciato un percorso di rientro dell'1% del Pil all'anno, che ritengo realistico e percorribile, che ruota intorno a un programma pluriennale di dismissioni pubbliche, soprattutto sul fronte immobiliare. Questo 1% si andrebbe a sommare alla riduzione del debito derivante dal raggiungimento del bilancio in pareggio”. Con ipotesi “molto prudenti sulla crescita futura del nostro Paese”, il ministro spiega quindi che “questa riduzione sarebbe di circa il 3%, per un totale quindi di riduzione annuale del 4%. Superata questa fase recessiva, in cinque anni questo consentirebbe una riduzione del rapporto del debito pubblico sul Pil di 20 punti percentuali. Mi sembra un risultato ragguardevole, che sottolinea l'importanza di agire contemporaneamente e rigorosamente sia sul deficit che sulle dismissioni”.

 

© Riproduzione Riservata.