BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CROLLO BORSE/ 1. La nuova scommessa dietro il "bluff" di Draghi

Mario Draghi (Infophoto) Mario Draghi (Infophoto)

Per cercare un pur modesto conforto, accettate il consiglio di Alessandro Fugnoli, strategist di Kairos: fate una visita virtuale alla nuova sede che della Bce che sarà inaugurata nel 2014. Avrete almeno una doppia soddisfazione. Primo, l’orgoglio di far parte una volta tanto di una comunità che sa rispettare, in materia di investimenti pubblici, gli impegni presi con i contribuenti. Poi, percorrendo seppur solo per via virtuale, la gigantesca struttura destinata a ospitare la seconda banca centrale del pianeta per ordine di importanza, vi sembrerà una follia l’idea stessa di un tramonto o, peggio, della frattura della Bce.

Ma, forse, c’è spazio anche per una terza riflessione. La Grossmarkthalle, l’edificio che, una volta ristrutturato ospiterà le 2,500 teste d’uovo della banca guidata da Mario Draghi, è un frutto della tormentata storia europea: inaugurata nel 1928, quando la Repubblica di Weimar attraversava la sua fase più luminosa, precipitata nella notte più buia quando i nazisti, dal 1941 al 1944, la usarono come punto di raccolta degli ebrei da inviare nei campi, negli anni Cinquanta è diventato il mercato ortofrutticolo di Francoforte. Insomma, un monumento alla crisi europea, ma anche alla capacità del Vecchio Continente di risorgere come un’immortale Araba Fenice che sa volare anche sopra gli abissi delle Borse.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
03/08/2012 - nuova sede che della Bce (Diego Perna)

Ho visto le immagini virtuali della nuova sede, a me, sarà una sorta di pessimismo che mi porto appresso da un pò di tempo su tutto ciò che riguarda l'aspetto economico della mia vita, ma a me ricorda le torri gemelle, anzi una sembra addossata all'altra come s e da sola non potesse stare in piedi. Potrebbe però essere la volontà dell'architetto che l'ha progettata per comunicare il concetto che l'Europa esiste solo se un paese si può " appoggiare" ad un altro nei periodi di difficoltà, e allora va bene. Come vediamo la realtà è ben diversa,... siamo vincoli o sparpagliati? avrebbe detto Totò, mentre Guzzanti avrebbe risposto : la seconda che hai detto. Buona Giornata , sopratutto al Sig. Giuseppe Crippa