BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TASSE/ Sapelli: vi spiego perché la patrimoniale indebolirebbe il Paese

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

Il modello impositivo dovrebbe essere ripensato con l’obiettivo di favorire gli investimenti. Tutto ciò che indirizza il risparmio verso l’industria dovrebbe essere decisamente privilegiato.

Concretamente, quali misure sarebbero da  adottare?
Sarebbe necessario, per esempio, tassare di meno le obbligazioni emesse dalla imprese, tassare di meno gli investimenti diretti ai fini produttivi, tassare di meno i salari o i cosiddetti profitti capitalistici.

Considerando lo stato dei conti pubblico sarebbe necessario riequilibrare il sistema aumentando da qualche altra parte?

Non direi. Rifiuto, infatti, la teoria del governo secondo cui non è possibile abbassare le tasse. Parto, infatti, dal presupposto che il nostro principale problema non sia il debito pubblico. Esso, infatti, dall’oligopolio finanziario mondiale non è mai stato lentamente preso in considerazione come fattore capace di ostacolare la crescita. Se fosse vero, l’economia del Giappone, (dove il debito pubblico è 250%) dovrebbe essere andata a rotoli mentre quella della Spagna dovrebbe essere in ottime condizioni.

Perché, allora, si insiste sull’idea che sia il debito a frenare la crescita?

Perché c'è un fanatismo ideologico di tipo monetaristico neoclassico che non consente di comprendere che la crescita è un processo molto difficile, ma che avviene consentendo lo sviluppo delle forze produttive; che non devono essere, quindi, penalizzate dalla tassazione.

 

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
05/08/2012 - L'esosità fiscale (celestino ferraro)

L'incitamento all'evasione: legittima difesa.