BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Bayer (Ftd): la Merkel è nei “guai”, e se l'euro crolla...

Pubblicazione:

Angela Merkel (Infophoto)  Angela Merkel (Infophoto)

Ieri sono state le dichiarazioni rilasciate al The Wall Street Journal a creare qualche difficoltà a Mario Monti: la stima di uno spread a quota 1200 per l’Italia se fosse ancora in carica il Governo Berlusconi ha scatenato la dura reazione del Pdl e il Premier ha dovuto telefonare al Cavaliere per chiarire la vicenda. Pochi giorni fa, invece, è stata un’intervista al Der Spiegel a provocare delle piccate reazioni, ma stavolta in Germania. Per capirle meglio ilsussidiario.net ha interpellato Tobias Bayer, corrispondente per l’Italia del Financial Times Deutschland.

 

Nella sua intervista Monti ha espresso viva preoccupazione per il futuro dell’Europa, soggetta a suo parere a una sorta di “dissoluzione psicologica”. Com’è stata commentata questa dichiarazione in Germania?

 

In generale, l’intervista di Monti è stata commentata in una maniera critica. La sua dichiarazione su una “dissoluzione psicologica”, invece, non ha provocato reazioni. La politica a Berlino si rende conto dei sentimenti anti-europei e dei sentimenti anti-tedeschi. La prima pagina de Il Giornale che parla di “Quarto Reich” è stata pubblicata e commentata sui siti internet dei quotidiani tedeschi. Insomma, Monti non ha rilevato una grande novità.

 

Monti ha anche dichiarato che i governi europei, per il bene dell’Europa, dovrebbero essere più liberi nei confronti delle decisioni dei rispettivi Parlamenti. Questa opinione è condivisa anche all’interno del governo tedesco?

 

Questa dichiarazione ha provocato molto la politica tedesca. Soprattutto la Csu bavarese è arrabbiata. Secondo me, Monti ha dimostrato una mancanza di sensibilità. Lui non è stato eletto, ma rappresenta un governo tecnico. In Germania, la maggioranza dei cittadini pensa che il progetto dell’Euro sia non-democratico, un simbolo dell’elitismo di una certa classe dirigente europea di Bruxelles. Durante la crisi, c’è l’impressione che il mercato finanziario controlli la politica. Non so se l’opinione di Monti sia condivisa all’interno del governo tedesco. La Merkel ha detto una volta che la democrazia deve essere “marktkonform”, conforme con il mercato finanziario. Mi sembra che lei capisca Monti molto bene.

 

Monti ha anche specificato che l’Italia ha solo bisogno di supporto morale e non finanziario. Secondo lei, l’Italia riuscirà a cavarsela senza l’aiuto del fondo salva-stati, dello scudo anti-spread o della Bce?



  PAG. SUCC. >