BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SENTENZA CORTE TEDESCA/ Da Karlsruhe un nuovo schiaffo agli speculatori

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

La differenza vera non è tanto nell'aspetto tecnico ma nel contesto.

Cioè?

Abbiamo un contesto in cui c'è l'Europa che sta iniziando a prendere una decisione concorde con la Bce che sta facendo dei passi in questa direzione. Queste due azioni costituiscono un elemento di forte rassicurazione per i mercati. Un'azione congiunta e  convinta che mancava. Pensiamo a cosa è successo lo scorso autunno per capire le differenze.

Ce lo ricordi.

Avevamo la Bce che agiva e interveniva comprando e dando finanziamenti a tasso bassissimo alle banche, dall'altra parte c'era un'Europa fortemente divisa che chiedeva misure di sacrifici, ma non era disposta ad accompagnare questi sacrifici con dei finanziamenti ai Paesi. In questo modo veniva minata la legittimità della Bce. 

Adesso invece la modalità per tenere i finanziamenti cambiano, sarà molto più facile.

Sì, ma sempre a certe condizioni. Non aspettiamoci poi che vengano chieste alla Spagna le  stesse misure chieste alla Grecia o al Portogallo. Ogni caso è diverso, sta poi nell'ordine delle cose che nessuno dia i soldi gratis. E' ragionevole e importante che ci sia una posizione chiara sul fatto che la Bce e l'Europa prendano posizione precisa sul fatto di non permettere ai mercati di mettere a soqquadro le politiche che i governi stanno intraprendendo con spread che sono eccessivi rispetto ai valori fondamentali. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.